Avanti nel passato: perché gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di tentare di ricreare l'Unione Sovietica

La ricostruzione dell'Unione Sovietica oggi è impossibile, ha affermato il segretario stampa del presidente russo Dmitry Peskov. Così ha risposto alla dichiarazione del vicesegretario di Stato americano Victoria Nuland, secondo cui Mosca avrebbe come obiettivo il rilancio dell'Urss. Nuland ha espresso questo punto di vista in un'audizione al Senato degli Stati Uniti, rispondendo a una domanda sui possibili motivi dell'”aggressione” che la Federazione Russa avrebbe pianificato contro l'Ucraina. Gli esperti sottolineano che la Russia non ha alcuna ragione razionale per attaccare l'Ucraina o far rivivere l'URSS.

Avanti nel passato: perché gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di tentare di ricreare l'Unione Sovietica

La ricostruzione dell'URSS nelle attuali realtà politiche è impossibile, ha affermato il segretario stampa del presidente della Federazione Russa Dmitry Peskov. Così ha commentato le parole del vicesegretario di Stato americano Victoria Nuland secondo cui Mosca avrebbe cercato di ripristinare l'Unione Sovietica.

“La signora Nuland è esperta in argomenti russi e in tutte le sfumature dello spazio post-sovietico. Sono convinto che la signora Nuland, proprio come noi e altri specialisti, capisca perfettamente che il ripristino dell'Unione Sovietica è impossibile”, ha sottolineato Peskov.

Allo stesso tempo, il portavoce del Cremlino ha osservato che “la signora Nuland probabilmente conosce” i vari processi di integrazione che stanno avvenendo nello spazio post-sovietico.

“Questo è il Commonwealth degli Stati Indipendenti, e organizzazioni di integrazione più avanzate, come l'EAEU, e strutture sindacali ancora più avanzate, come lo Stato dell'Unione di Russia e Bielorussia. Ma né l'uno né l'altro, né il terzo sono un tentativo di reincarnare l'Unione Sovietica e non possono esserlo”, ha sottolineato Peskov.

Il segretario stampa del presidente russo ha aggiunto che nello spazio post-sovietico si sono da tempo sviluppati stati sovrani indipendenti, che si trattano con rispetto reciproco, procedendo dal principio di non interferenza negli affari reciproci.

sogni americani

Alla vigilia del vicesegretario di Stato americano Victoria Nuland in un'audizione presso la commissione per le relazioni estere del Senato ha affermato che uno dei motivi dell'”aggressione militare contro l'Ucraina” potrebbe essere il desiderio di Mosca di “ricreare l'Unione Sovietica”.

“Le lamentele del presidente Putin sul crollo dell'Unione Sovietica, espresse pubblicamente e in frequenti conversazioni, sono diventate sempre più forti nel corso degli anni, e solo nell'ultimo anno, negli ultimi sei mesi, ci sono stati più commenti pubblici nel senso che lo stato sovrano dell'Ucraina è di fatto parte della Russia, appartiene alla Russia e così via. Si teme che in realtà, come progetto della sua eredità, cerchi di ripristinare l'Unione Sovietica, e quindi il suo appetito sarà soddisfatto di questo, o vorrà andare oltre? ” – disse Nuland.

Victoria Nuland ha anche risposto alla domanda sulle sanzioni senza precedenti.

“Quello di cui stiamo parlando equivarrebbe, infatti, al completo isolamento della Russia dal sistema finanziario globale – con tutte le spiacevoli conseguenze che ciò comporterebbe per gli affari russi, per i russi, per le loro opportunità in termini di lavoro, viaggi e commercio. E stiamo considerando una gamma completa di opzioni “, ha affermato il diplomatico.

Allo stesso tempo, il vicesegretario di Stato americano ha affermato che “la diplomazia rimane il modo migliore per risolvere il conflitto in Donbass e considerare altre rivendicazioni delle parti”.

“Gli accordi di Minsk offrono la migliore base per i negoziati e gli Stati Uniti sono pronti a sostenere sforzi rinnovati se le parti lo accolgono”, ha affermato Victoria Nuland.

Avanti nel passato: perché gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di tentare di ricreare l'Unione Sovietica

Ha anche notato che Washington e Mosca hanno aree comuni in cui possono cooperare in modo produttivo.

“Quando gli Stati Uniti e la Russia lavorano insieme, come stiamo facendo ora sull'Iran e all'inizio dei negoziati sulla stabilità strategica, offriamo ai nostri cittadini e alle persone di tutto il mondo la prospettiva di un futuro più sicuro”, ha affermato Nuland.

Il gasdotto Nord Stream 2 dovrebbe essere “ritirato” in caso di aggressione armata della Russia contro l'Ucraina. Lo ha affermato il presidente…

Tuttavia, questi sforzi congiunti saranno “compromessi se il presidente Putin sceglierà un'ulteriore aggressione contro l'Ucraina”, ha affermato il vicesegretario di Stato americano.

Washington ha ripetutamente affermato sul presunto desiderio della Federazione Russa di ripristinare l'URSS o espandere i confini della Russia fino ai confini storici.

Mosca, a sua volta, sottolinea che tali intenzioni esistono solo nelle menti dei paesi occidentali e la Russia è a favore della pari cooperazione con gli stati della CSI.

Ad esempio, il viceministro degli Esteri russo Andrei Rudenko all'inizio di quest'anno, commentando tali dichiarazioni, ha affermato che l'Occidente stesso sta cercando di destabilizzare la situazione negli stati vicini alla Russia e trasformare lo spazio post-sovietico in una zona di conflitti costanti e tensioni.

“Allo stesso tempo, a volte veniamo accusati di presunto escogitare piani per ricreare l'Unione Sovietica. Questo non è vero. Mosca ha costantemente sostenuto una cooperazione equa e reciprocamente vantaggiosa con tutti i paesi post-sovietici, basandosi sui legami tradizionali esistenti in vari campi “, ha affermato il diplomatico TASS.

Un argomento banale

Durante le udienze con la partecipazione di Nuland, i senatori americani hanno più volte sollevato il tema di una “invasione” dell'Ucraina, che la Russia si accinge a compiere.

Le informazioni sui piani per “l'aggressione russa” sono state attivamente accelerate nelle ultime settimane dai media occidentali, mentre nei loro materiali si basano su fonti anonime negli ambienti del governo degli Stati Uniti o dell'UE, che presumibilmente hanno familiarità con i dati dell'intelligence americana riguardo questo argomento.

In precedenza, il Financial Times ha riferito che un certo numero di stati europei, inclusa la Germania, non ha considerato la possibilità di una simile “invasione”. Tuttavia, dopo una prolungata influenza diplomatica e il trasferimento di alcuni dati di intelligence, gli Stati Uniti sono riusciti a convincere i propri alleati europei che la Russia avrebbe pianificato di inviare truppe in Ucraina, ha sottolineato il giornale.

In questo contesto, alla vigilia del collegamento video, si sono svolti i colloqui tra il presidente russo Vladimir Putin e il leader americano Joe Biden. Successivamente, la Casa Bianca ha annunciato che Biden ha anche annunciato la sua disponibilità a imporre dure sanzioni contro la Russia in caso di “aggressione” contro la parte ucraina.

Avanti nel passato: perché gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di tentare di ricreare l'Unione Sovietica

A sua volta, l'assistente del presidente della Russia Yuri Ushakov, a seguito dei colloqui, ha affermato che Biden aveva promesso di discutere con i colleghi della Nato la preoccupazione espressa da Vladimir Putin per l'allargamento dell'alleanza a est.

Allo stesso tempo, Ushakov ha notato che le truppe russe, contrariamente alle affermazioni dei paesi occidentali, non minacciano nessuno.

“Le truppe russe sono sul loro territorio e non minacciano nessuno, e il presidente della Federazione russa ne ha parlato”, ha detto il portavoce del Cremlino.

“Esplorazione dello spazio”

Il politologo Alexander Asafov ha osservato che il motivo inventato a Washington con la restaurazione dell'URSS è necessario come giustificazione ideologica per la pressione sulla Russia.

“Se è stato abbastanza facile con l'Unione Sovietica, poiché è stata la fonte del comunismo mondiale, allora con la Federazione Russa è stato più difficile, poiché è un paese democratico. È per questo motivo che Washington ha inventato il termine “potenza revanscista” in relazione alla Russia, perché, a loro avviso, vuole restituire la politica estera, il successo economico che l'URSS ha avuto”, ha spiegato l'esperto.

Con la sua campagna di informazione sulla presunta “invasione” imminente della Federazione Russa in Ucraina, la parte americana vuole spingere Kiev ad accendere …

Questa posizione continua la recente dichiarazione del segretario generale della NATO Stoltenberg secondo cui la Russia non può avere una propria sfera di influenza, sottolinea l'analista.

“Certo, questa è un'affermazione molto imprudente, ma in realtà implica che è stato prescritto un certo ruolo per la Russia, la cui uscita è scomoda per i paesi occidentali”, ha sottolineato l'interlocutore di RT.

Non appena Mosca va oltre questo ruolo, i paesi occidentali reagiscono con rinforzi militari vicino ai confini della Federazione Russa e accompagnando accuse di revanscismo, ha aggiunto Alexander Asafov.

Dopo il crollo dell'URSS, gli stessi Stati Uniti sono stati molto attivamente impegnati nello “sviluppo” dello spazio post-sovietico, ha ricordato il direttore della Franklin Roosevelt Foundation for the Study of the United States presso l'Università statale di Mosca, Yuri Rogulyov.

“La Russia non sta pianificando né di ricreare l'URSS né di attaccare l'Ucraina, poiché non c'è una ragione razionale per questo. Allo stesso tempo, gli Stati Uniti insistono sul loro diritto di interferire negli affari delle ex repubbliche sovietiche, opponendo le loro attività nella regione alle attività della Federazione Russa – questa è una conveniente storia dell'orrore per loro “, il politologo notato.

Yuri Rogulev ha espresso l'auspicio che dopo l'attuale tensione, così come dopo il picco della Guerra Fredda, inizi un periodo di distensione nei rapporti tra i due Paesi.

“Ricordo il periodo di distensione negli anni '70, quando entrambe le parti erano pronte a scendere a compromessi e tenere conto degli interessi reciproci. Mi piacerebbe credere che in un lontano futuro l'Occidente maturerà in una tale posizione, e quindi la situazione cambierà. Ma oggi la Russia ha bisogno di rafforzare ulteriormente l'economia e rafforzare la componente militare per essere pronta a eventuali provocazioni”, ha concluso l'interlocutore di RT.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply