Un aereo segreto dal Kazakistan atterra a Dubai, dove si trova la proprietà della famiglia di Nazarbayev – The Insider

 A Dubai, dove si trova la proprietà della famiglia Nazarbayev, un aereo segreto dal Kazakistan - The Insider

L'aereo potrebbe appartenere alla National Guardia del Kazakistan.

A Dubai, dove si trova la proprietà non registrata della famiglia dell'ex presidente del Kazakistan Nursultan Nazarbayev, è atterrato un aereo, i dati del volo di cui era nascosto.

The Insider.

La scheda E35L dell'Embraer Legacy 650 potrebbe appartenere alla Guardia Nazionale del Kazakistan.

In precedenza, l'OCCRP e il gruppo no-profit C4ADS hanno condotto un'indagine sugli immobili non registrati di Nazarbayev a Dubai.

Secondo gli investigatori, il nipote di Nazarbayev, Nurali Aliyev, e suo genero Timur Kulibayev e l'ex capo del Comitato per la sicurezza nazionale Karim si trovano nella città Massimova.

Ricordiamo che il 5 gennaio è stato licenziato Karim Massimov. Ermek Sagimbayev lo ha sostituito alla guida del Comitato per la sicurezza nazionale del Kazakistan. The Insider osserva che questo è diventato noto all'incirca nello stesso momento in cui l'aereo è decollato da Nur-Sultan. Alcuni degli appartamenti di Massimov, secondo gli autori dell'indagine, si trovano nella zona di Dubai International City, vicino all'aeroporto dove è atterrato l'aereo.

Aliyev ha tre residenze nel microdistretto di Jumeirah Beach Residence sul Costa del Golfo Persico, un'altra situata nel porto turistico di Marina, ha affermato l'OCCRP. Il genero di Nazarbayev, secondo gli autori dell'indagine, ha appartamenti sull'isola artificiale Palm Jumeirah.

Come sapete, le proteste in Kazakistan sono continuate dal 1° gennaio. Il motivo formale è stato l'aumento dei prezzi del gas, le autorità del paese hanno parzialmente fatto concessioni, ma in seguito la situazione è cambiata. Nella notte del 5 gennaio, le proteste sono degenerate in scontri tra manifestanti e polizia, durante il giorno Internet e le comunicazioni erano parzialmente assenti nel Paese.

Successivamente, Presidente < strong> Tokayev ha introdotto lo stato di emergenza in tutto il territorio del Kazakistan e ha avuto colloqui con i Presidenti della Federazione Russa e della Bielorussia Putin e Lukashenko. La notte del 6 gennaio ha annunciato di aver fatto appello ai capi di Stato della CSTO (Organizzazione del Trattato per la Sicurezza Collettiva – ndr) per aiutare il Kazakistan a superare questa minaccia terroristica.”

Il 6 gennaio, la CSTO e, in particolare, la Russia hanno inviato forze militari collettive in Kazakistan per reprimere il proteste.

Inoltre, in Tagikistan ha confermato che 200 dei loro militari sono pronti ad andare in Kazakistan insieme ad altri soldati dei paesi CSTO: Russia, Armenia, Bielorussia e Kirghizistan.

Il fotografo dell'Azovstal Dmitry Kazatsky è tornato dalla prigionia russa

< p _ngcontent- sc89="" class="news-annotation">Il difensore ucraino Dmitry "Orest" Kazatsky è tornato dalla prigionia russa. La notizia è in fase Read more

Sullo sfondo di enormi code ai confini con la Federazione Russa, la Finlandia prevede di limitare l'ingresso ai russi

Il paese prevede di limitare l'ingresso dei russi o impedirlo completamente. La Finlandia sta adottando misure per impedire l'ingresso di Read more

Leave a Reply

13 − 6 =