“Le porte sono aperte”: Zelensky ha invitato i leader mondiali a Kiev con una frase usata dalla Nato

Il Presidente ritiene che ogni politico dovrebbe scegliere se visitare la capitale di un paese in guerra.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha deciso di non invitare i leader stranieri a venire a Kiev vista la guerra in Ucraina, ma ha affermato che “le porte sono aperte per loro”.< /p>

Di questo ha parlato in un'intervista con emittenti pubbliche, che è stata trasmessa sui canali televisivi ucraini il 21 marzo.

Zelensky ha ricordato che i primi ministri di tre stati europei: Polonia, Repubblica ceca Repubblica e Slovenia — hanno recentemente visitato Kiev. Inoltre, secondo lui, questa intenzione è stata espressa dal presidente lituano Gitanas Nauseda e da molti altri leader, tra cui il presidente francese Emmanuel Macron.

Tuttavia, il presidente non ha invitato i leader mondiali per visite così rischiose. “Non voglio impostarli. Abbiamo una guerra, è una scelta. Dirò come ci dice la NATO: “Le porte sono aperte”, ha detto il presidente.

Ricordiamo che il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky e il primo ministro Denys Shmigal si sono incontrati il ​​15 marzo a Kiev con i capi di governo di Polonia, Repubblica Ceca e Slovenia.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply

three × 4 =