A Melitopol, tre dirigenti scolastici sono stati rapiti a causa del loro rifiuto di lavorare con gli occupanti

Tre dirigenti scolastici sono stati rapiti a Melitopol a causa del loro rifiuto di lavorare con gli invasori

Tre dirigenti scolastici sono stati rapiti a Melitopol a causa del loro rifiuto di lavorare con gli invasori/akzent.zp.ua

Gli invasori continuano a terrorizzare la popolazione locale. Così, nella Melitopol temporaneamente occupata, hanno rapito tre direttori scolastici che si sono rifiutati di collaborare.

Lo ha riferito il commissario della Verkhovna Rada per i diritti umani Lyudmila Denisova. Ha detto che gli invasori hanno deciso di iniziare a insegnare in russo il 4 aprile nella città secondo i programmi russi. Offensiva delle forze armate ucraine, possono essere usati come scudo umano”, ha sottolineato Denisova.

I presidi si sono rifiutati di obbedire agli invasori

Allo stesso tempo, tutti i direttori delle scuole di Melitopol si sono rifiutati di collaborare con il nemico e hanno scritto lettere di dimissioni. Ciò non ha soddisfatto l'autoproclamatosindaco di Melitopol, Galina Danilchenko, che ha ordinato all'esercito russo di occuparsi dell'amministrazione scolastica.

Così, il 31 marzo, gli invasori sono venuti a casa di tre direttori: Anzhelina Kovalenko, Elena Galatsan e Lyudmila Chugay e li hanno portati in una direzione sconosciuta.

Nota: al 31 marzo, almeno 24 capi di città e villaggi ucraini, nonché dipendenti delle autorità locali, sono in cattività degli invasori.

La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran per monitorare Israele: come minaccia l'Ucraina

La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran/EPATeheran e Mosca hanno intensificato la cooperazione politica e militare. La Russia ha Read more

Erdogan ha umiliato Putin, la NATO controlla il Caucaso meridionale – Piontkovsky

Piontkovsky sull'umiliazione di Putin da parte di Erdogan/Channel 24 Collage La NATO sta strisciando verso il territorio russo ed ha Read more

Leave a Reply