Il giornalista e volontario Konstantin Ryzhenko è scomparso a Kherson: diceva che gli invasori lo stavano cercando

Il giornalista e volontario Konstantin Ryzhenko è scomparso a Kherson: diceva che gli invasori lo stavano cercando

Il giornalista e volontario Konstantin Ryzhenko è scomparso a Kherson/Facebook di Konstantin Ryzhenko

Konstantin Ryzhenko, giornalista e volontario di Kherson, è scomparso senza lasciare traccia. In precedenza aveva detto ai giornalisti di essere ricercato dalle forze di sicurezza degli occupanti russi.

Lo ha saputo il 31 marzo dal canale anonimo di Telegram “Kherson Kriminal” associato alle forze dell'ordine locali . Hanno detto che Ryzhenko stava collaborando con i russi, ma non hanno fornito alcuna prova per l'accusa.

Cosa prova la scomparsa di un giornalista

Successivamente, nel telegramma del volontario è apparso un post che iniziava con le parole: “Se stai leggendo questo, allora è successo qualcosa.” Era un post programmato, la cui pubblicazione Konstantin rimandava sempre di uno o due giorni prima.

Questa è una notifica ritardata, se fosse stata pubblicata, non potevo ritardare di nuovo la data. Il segnale, ovviamente, è sgradevole, ma non dovresti andare subito nel panico, ha scritto l'uomo.

Ha aggiunto che i motivi della pubblicazione potrebbero essere diversi. In particolare, una situazione in cui non ha avuto contatti per molto tempo o ha perso il telefono.

Perché ha deciso che lo stavano cercando

Konstantin ha parlato con i giornalisti ” Radio Liberty poco dopo che gli occupanti hanno portato in città la Guardia Nazionale e altre forze di sicurezza. Ha detto che questi rappresentanti delle autorità occupanti hanno cominciato ad andare di porta in porta e sfondare le porte degli attivisti. Anche in questo modo, le forze dell'ordine russe sono arrivate agli ex dipendenti della SBU e ai militari. Per qualche motivo con uno schizzo. Sono entrati negli ingressi di piani specifici, hanno buttato fuori una porta specifica e “ribaltato” alcuni appartamenti, ha detto Ryzhenko.

Ha anche detto che gli occupanti usano l'edificio dell'ex centro di detenzione preventiva per trattenere tutti i rapiti. È impossibile dire con certezza quante persone siano già state portate lì.

Il fotografo dell'Azovstal Dmitry Kazatsky è tornato dalla prigionia russa

< p _ngcontent- sc89="" class="news-annotation">Il difensore ucraino Dmitry "Orest" Kazatsky è tornato dalla prigionia russa. La notizia è in fase Read more

Sullo sfondo di enormi code ai confini con la Federazione Russa, la Finlandia prevede di limitare l'ingresso ai russi

Il paese prevede di limitare l'ingresso dei russi o impedirlo completamente. La Finlandia sta adottando misure per impedire l'ingresso di Read more

Leave a Reply

9 + nineteen =