L'inferno del 21 ° secolo, – Podolyak sulle atrocità degli invasori nella regione di Kiev

Inferno XXI secolo, – Podolyak sulle atrocità degli occupanti nella regione di Kiev

L'inferno del XXI secolo nella regione di Kiev, – Podolyak sulle atrocità degli occupanti a Bucha e Irpen/Reuters

Gli invasori russi hanno ucciso senza pietà e cinicamente civili nella regione di Kiev. La comunità internazionale deve rispondere agli atroci crimini degli invasori.

Il consigliere del capo dell'ufficio del presidente Mikhail Podolyak ha sottolineato che i partner internazionali devono fermare le successive uccisioni di civili.

Per fare questo, tutto è necessario in due passaggi

Secondo lui, le sanzioni contro gli occupanti dovrebbero essere rafforzate. In particolare, chiudere i porti internazionali alle navi russe e imporre un embargo sull'importazione di risorse energetiche dalla Russia. Ciò contribuirà a fermare le uccisioni, poiché il Cremlino non avrà risorse sufficienti per fare la guerra.

Regione di Kiev. L'inferno del 21° secolo. Corpi di uomini e donne giustiziati con le mani legate. I peggiori crimini del nazismo sono di nuovo in Europa. Ciò è stato deliberatamente fatto dalla Russia. Imporre un embargo sulle risorse energetiche, chiudere i porti. Smettila di uccidere ora! – scrisse Mikhail Podolyak.

Ricorda, nella parte della regione di Kiev, dove un tempo si trovavano gli invasori, c'era un vero inferno. Hanno appena ucciso a sangue civili che non avevano armi. Le persone sono state trovate proprio in mezzo alla strada con le mani legate. Fa male a guardare.

La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran per monitorare Israele: come minaccia l'Ucraina

La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran/EPATeheran e Mosca hanno intensificato la cooperazione politica e militare. La Russia ha Read more

Erdogan ha umiliato Putin, la NATO controlla il Caucaso meridionale – Piontkovsky

Piontkovsky sull'umiliazione di Putin da parte di Erdogan/Channel 24 Collage La NATO sta strisciando verso il territorio russo ed ha Read more

Leave a Reply