Ciò che non era previsto era il coinvolgimento del territorio della Bielorussia, – Danilov sulle previsioni dell'attacco russo

Quello che non ci aspettavamo, – è il coinvolgimento del territorio della Bielorussia, – Danilov sulle previsioni di un attacco russo

Aleksey Danilov/RBC-Ucraina

Il segretario del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale Oleksiy Danilov ha affermato che l'Ucraina si aspettava una guerra con la Russia, sebbene abbia pubblicamente rassicurato gli ucraini. L'unica cosa che non ci si aspettava in Ucraina era che la Russia avrebbe utilizzato il territorio della Bielorussia.

La data dell'attacco non era il 24 febbraio, ma il 22 febbraio

Innanzitutto Danilov ha chiesto di valutare separatamente le sue dichiarazioni e il Presidente. Il segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa ha affermato che la Russia avrebbe dovuto attaccare il 22 febbraio.

“Eravamo consapevoli di cosa sarebbe successo sul territorio del nostro paese. Inoltre, la data dell'attacco non era il 24 febbraio, ma il 22 febbraio. Avrebbero dovuto attaccare il nostro paese il 22 febbraio nel formato che è ora”, ha ha detto. .

Danilov ha affermato che ci sono state discussioni sul fatto che la Russia potrebbe utilizzare la Bielorussia. Tuttavia, l'Ucraina non si aspettava un simile passo dal Cremlino.

L'unica cosa che non ci aspettavamo era che il territorio della Bielorussia sarebbe stato coinvolto. Ci sono state discussioni a riguardo, ma alla fine abbiamo pensato che sarebbe stato diverso. Ma è successo come è successo, – ha affermato il segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa.

Danilov: Non potevamo uscire e dire alla popolazione che la guerra inizia il 22 febbraio

< p>Danilov considera un'accusa errata che le autorità ucraine non si stessero preparando per un attacco della Russia.

“Non potevamo uscire e dire pubblicamente alla popolazione:” Amici, il 22 febbraio inizia la guerra. “Sono cose inaccettabili dal punto di vista della pubblica amministrazione. Ma ci stavamo preparando”, ha spiegato.

A conferma delle parole che l'Ucraina si stava preparando alla guerra, Danilov ha affermato che il 1° gennaio il è entrata in vigore la legge sulla Resistenza Nazionale. Inoltre, come ha osservato il Segretario del Consiglio per la sicurezza e la difesa nazionale, coloro che volevano difendere l'Ucraina hanno ricevuto armi.

Abbiamo schierato battaglioni di difesa territoriale in ogni territorio. Abbiamo capito cosa avremmo fatto. E quando il primo giorno si è deciso di emettere armi a tutti coloro che volevano difendere il Paese, pensi che avremmo potuto dire in anticipo che avremmo emesso armi? No, avevamo tutto secondo i piani”, ha detto Danilov.

Ha notato che quando la Russia ha lanciato l'attacco, il Consiglio di sicurezza e difesa nazionale ha preparato in anticipo tutti i documenti legali “che dovevamo adottare”.

p>

Il fotografo dell'Azovstal Dmitry Kazatsky è tornato dalla prigionia russa

< p _ngcontent- sc89="" class="news-annotation">Il difensore ucraino Dmitry "Orest" Kazatsky è tornato dalla prigionia russa. La notizia è in fase Read more

Sullo sfondo di enormi code ai confini con la Federazione Russa, la Finlandia prevede di limitare l'ingresso ai russi

Il paese prevede di limitare l'ingresso dei russi o impedirlo completamente. La Finlandia sta adottando misure per impedire l'ingresso di Read more

Leave a Reply

four × 5 =