“La Russia ha trattenuto il gas”: Zelensky ha accusato il Cremlino di ricattare l'intero mondo democratico

Il presidente ucraino ritiene che la Russia non possa più essere considerata un partner commerciale affidabile.< /strong>

Il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha accusato la Federazione Russa di aver provocato un aumento deliberato dei prezzi dell'energia in Europa e nel mondo democratico nel suo insieme.

Lo ha affermato nel suo rivolgendosi alla Banca Mondiale.

“Potendo un potenziale di esportazione sufficiente, hanno costantemente trattenuto il gas per creare condizioni di prezzo dolorose per i consumatori europei. Affinché le persone esercitino pressioni sui loro governi all'interno dello stato per il bene degli interessi politici della Russia”, ha sottolineato il leader ucraino.

Secondo Zelensky, ci sono abbastanza esempi di tale ricatto da parte del Cremlino e tutti questi esempi “testimoniano che la Russia non può più essere considerata un normale e affidabile fornitore di risorse energetiche, un normale e affidabile partner commerciale”.

Ricordiamo che nel sesto pacchetto di sanzioni dell'UE contro il Paese è previsto un embargo petrolifero paese aggressore Russia.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply

13 + twenty =