I russi nelle città occupate stendono bandiere rosse: Leshchenko ha spiegato il perché

I russi nelle città occupate espongono bandiere rosse: Leshchenko ha spiegato perché

Bandiera rossa/Foto illustrativa

Ucraini Recentemente è stata notata una tendenza interessante: nelle città occupate, i russi espongono bandiere rosse invece delle bandiere della Russia o delle pseudo-repubbliche.

Perché lo stanno facendo? Secondo Leshchenko, lo stanno facendo per uno scopo: mostrare il collegamento di questa guerra aggressiva condotta dalla Russia con gli eventi della seconda guerra mondiale.

Questo viene fatto per mostrare i russi come liberatori e tracciare parallelismi nella mente del loro pubblico e in quelle città , che prendono sotto occupazione”, ha detto.

Il consigliere del capo dell'Ufficio presidenziale ha sottolineato che, ad esempio, la bandiera rossa è stata sventolata durante l'occupazione del villaggio di Novotoshkivske nella regione di Lugansk.

I russi nelle città occupate sventolano bandiere rosse: Leshchenko ha spiegato il motivo

Gli occupanti sventolano bandiere rosse/Screenshot dal briefing

“E questa narrazione non è la prima volta che si manifesta nelle attività di propaganda degli occupanti russi”, ha aggiunto Leshchenko.

Di a quel modo, i russi nei territori occupati iniziarono a stabilire il controllo sulle reti telefoniche e su Internet. In particolare, stanno già installando apparecchiature per l'operatore russo MegaFon nella regione di Kharkiv.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply