Avvertimento a Putin o esecuzioni dimostrative: continuano i misteriosi suicidi di ricchi in Russia e all'estero

Avviso a Putin o esecuzioni dimostrative: continuano i misteriosi suicidi dei ricchi in Russia e all'estero

Suicidio dopo l'altro viene commesso dai ricchi su un tubo del gas, ma portano con sé le loro famiglie.

Nella località turistica spagnola di Lloret de Mar, non la più prestigiosa e non la più ricca della regione, dove spesso le persone molto facoltose acquistare alloggi , anche l'ex manager della società russa Novatek Sergey Protosenya aveva immobili. Il 18 aprile, il suo nome farà il giro di tutti i giornali spagnoli sotto il titolo “Criminal Chronicle” – Protosenya ha accoltellato sua moglie e sua figlia e si è impiccatosulla ringhiera delle scale. Sembrerebbe che si tratti di suicidio, perché la guerra in Ucraina, numerose sanzioni contro i ricchi russi, ma qualcosa in questa storia non torna, dice TSN.

Misteriose sparizioni di persone vicine a Putin

forte>, sono stati visti con l'inizio della guerra in Ucraina. Scriveva la pubblicazione Bild: dall'inizio di aprile Sergei Beseda, capo del quinto servizio dell'FSB, è nel famoso carcere di Lefortovo. Ufficialmente – per sospetto di appropriazione indebita di fondi pubblici. Ufficiosamente, è così che Putin reprime coloro che sono caduti in disgrazia. Ma la prigione è una cosa, e la morte è un'altra. Già cinque persone in due mesi sono morte in circostanze misteriose.

Lo stesso Sergei Protosenya, secondo i media spagnoli, avrebbe pugnalato moglie e figlia con un'ascia o un coltello, come un killer professionista. L'ho fatto con i guanti, senza impronte e sangue sui vestiti. E poi si è suicidato con un vestito completamente pulito. Anche le forze dell'ordine spagnole dubitano di questa versione.

È interessante notare che lo stesso giorno in Russia il vicepresidente della Gazprombank Vladislav Avaev ha sparato alla sua famiglia. Il giorno prima era di ottimo umore, secondo un autista personale che avrebbe dovuto prenderlo al lavoro la mattina. Più tardi, è apparsa una versione secondo cui il conflitto tra Avaev e sua moglie è diventato la ragione dei diversi. Ad esempio, l'ha tradito ed è rimasta incinta da un altro. Allora perché ha sparato anche a sua figlia?

A proposito, lo stesso giorno a Mosca è morto anche l'ex capo dei servizi segreti esteri russi, Vyacheslav Trubnikov, aveva 77 anni. Poco si è detto sulla sua morte, così come sull'incidente con Avaev. La stampa russa, di solito assaporando tali dettagli, si è rivelata sorprendentemente silenziosa.

E questo non è l'intero elenco del sanguinario trasportatore. Poco prima dell'inizio della guerra in Ucraina, molte altre persone vicine alle strutture del gas della Russia sono scomparse nell'oblio in circostanze misteriose.

Il 29 gennaio 2022, il corpo di Leonid Shulman, capo del servizio di trasporto Gazprom-Invest, è stato trovato in una lussuosa tenuta nel villaggio di Leninskoye, che alle spalle è ancora chiamato il “nido di Gazprom”. Un corpo insanguinato con un mucchio di ferite da taglio è stato trovato in bagno, un coltello da costruzione giaceva nelle vicinanze.

E il 25 febbraio, il secondo giorno di guerra in Ucraina, nello stesso “nido di Gazprom ”, Alexander Tyulakov, vicedirettore generale del Tesoro di Gazprom, è stato trovato impiccato con un biglietto d'addio, il cui testo è rimasto segreto. Tutto sembra essere ovvio, ma secondo Novaya Gazeta, l'uomo è stato visto picchiato duramente il giorno prima.

3 marzo – Il sessantaseienne Mikhail Watford, alias Mikhail Tolstosheya, è stato trovato impiccato nella sua tenuta britannica nel Surrey. La polizia locale non riusciva a capire i motivi del suicidio. L'uomo fece fortuna con la produzione di petrolio e gas in Russia, ma in seguito emigrò in Gran Bretagna e cambiò persino cognome.

Cinque misteriose morti in un periodo di tempo abbastanza breve. Coincidenza? Incidente? È prevista una rappresaglia contro le persone scomode?

Ci sono diverse versioni in questa storia: una di queste è un quadro dimostrativo del massacro del regime di Putin – non ha seguito il manuale di addestramento, ha raccontato troppo – si troveranno in Europa. E non solo trovato, ma impiccato, fucilato o avvelenato. E la famiglia non sarà dimenticata, per non lasciare testimoni. Tutti i morti non erano esattamente amici di Putin, ma lavoravano in strutture che portavano notevoli profitti al tiranno e al suo entourage. È possibile che i morti possano far trapelare informazioni ai servizi di intelligence stranieri, o semplicemente sapessero qualcosa che avrebbe aiutato a trovare lo stato di Putin e compagnia.

A proposito, ora molti altri funzionari, militari e servizi speciali sono seduto nelle prigioni di Putin. E non vi è nemmeno alcuna garanzia che improvvisamente “accidentalmente” non vogliano suicidarsi in un centro di custodia cautelare.

Gli esperti citano un'altra possibile ragione per gli omicidi: il Cremlino ha preso il controllo dei flussi di cassa. Quindi, una volta nell'Iran sanzionato, le forze dell'ordine locali hanno effettivamente soggiogato più della metà dell'economia. Forse adesso Putin sta cercando di fare lo stesso. Concentra tutte le finanze nelle mani e nelle mani del tuo entourage, insieme all'FSB, e comprati così sicurezza. A proposito, con questo uccide la seconda lepre: mostra persone che presumibilmente combattono i ricchi a favore della gente comune.

Anche gli ex deputati russi esprimono una variante di una resa dei conti tra diversi gruppi di influenza che anticipano L'imminente collasso di Putin e la voglia di prendere un posto sotto il sole.

Quale di queste versioni è la più plausibile – sarà possibile scoprirlo con certezza solo dopo la morte di Putin. Nel frattempo, in Russia continueranno a scrivere seccamente sulle prossime misteriose morti di top manager che improvvisamente hanno deciso di suicidarsi.

Leggi anche:

< strong>Le regioni occidentali offrono lavoro agli sfollati interni: ci sono già più di mille posti vacanti

Intere famiglie uccise durante l'occupazione vengono riesumate a Makarov

Ex ufficiale rinnegato condannato a 14 anni per tradimento e diserzione

Il fotografo dell'Azovstal Dmitry Kazatsky è tornato dalla prigionia russa

< p _ngcontent- sc89="" class="news-annotation">Il difensore ucraino Dmitry "Orest" Kazatsky è tornato dalla prigionia russa. La notizia è in fase Read more

Sullo sfondo di enormi code ai confini con la Federazione Russa, la Finlandia prevede di limitare l'ingresso ai russi

Il paese prevede di limitare l'ingresso dei russi o impedirlo completamente. La Finlandia sta adottando misure per impedire l'ingresso di Read more

Leave a Reply

five × 4 =