L'offensiva separata dalla Transnistria è impossibile – Grabsky

Un'offensiva separata dalla Transnistria è impossibile , &ndash ; Grabsky

Esercito russo in Transnistria (foto illustrativa)/mopmr.org

Servizi segreti statunitensi ritiene che sullo sfondo dei fallimenti nella guerra contro l'Ucraina, Putin potrebbe provocare una guerra nella Transnistria non riconosciuta. Tuttavia, questo non è ancora possibile.

Questa è l'opinione dell'esperto militare Sergei Grabsky. Ne ha parlato a Canale 24.

Secondo lui, oggi la Russia non può aprire un fronte dal territorio occupato della Moldova – Transnistria. Diversi fattori influenzano questo:

  • il personale della Russia – il cosiddetto raggruppamento russo sul territorio della Transnistria, il 70% è composto da residenti del territorio più occupato, che hanno passaporti russi;
  • la capacità di mobilitazione generale è prima dichiarata di 20- 30mila soldati, e dopo le prime provocazioni si è assistito ad un'attiva “autoevacuazione” del contingente di leva in direzione di Moldova, Romania e persino Ucraina;
  • Dal 2014 non sono più state installate armi ed equipaggiamenti gravi osservato a terra.

“Pertanto, bisogna capire che i russi hanno una risorsa molto limitata e poca capacità di operare e operare in questi territori”, ha aggiunto Grabsky.

E un altro, ma importante fattore: il territorio della Transnistria è in realtà sparato. Allo stesso tempo, ha sottolineato che non ci saranno azioni dall'Ucraina senza il consenso dello stato sovrano della Moldova.

È possibile un'offensiva di Pridnestrovie

< p>Secondo lui, è possibile considerare la questione o la possibilità anche di un assalto o attacco anche limitato alle nostre posizioni dalla Transnistria solo nei seguenti casi:

  • in collaborazione con una possibile offensiva nemica in la direzione Nikolaev verso Voznesensk o lungo il mare, e questo è più difficile;
  • nonché il possibile svolgimento di alcune operazioni in mare con l'obiettivo di sbarcare truppe vicino alla Bessarabia meridionale.

Solo un compito trino può essere considerato più o meno appropriato. Un'offensiva separata da Pridnestrovie è impossibile, ha sottolineato Grabsky.

Perché la Russia non si prepara ad attaccare da Pridnestrovie

Il consigliere del ministro dell'Interno Viktor Andrusiv ritiene che i russi non stiano ancora pensando di aprire un ulteriore fronte nella regione di Odessa. Invece, stanno lavorando su qualcosa di completamente diverso. Il paese aggressore, al contrario, si prepara a difendere la Pridnestrovie non riconosciuta.

Qual ​​è la situazione generale a Pridnestrovie

  • A Pridnestrovie continuano a intimidire le persone. Hanno cominciato a diffondere falsi su spari presumibilmente uditi dall'Ucraina.
  • Oltre a creare tensione nel territorio occupato della Moldova, ci sono segnali di pericolo peggiori. Ad esempio, portare le truppe alla piena prontezza al combattimento.
  • L'intelligence ucraina ha anche riferito che la Russia stava preparando un attacco missilistico sulla Transnistria per incolpare l'Ucraina di questo.
  • Tuttavia, la minaccia di una possibile offensiva delle truppe russe dalla Transnistria è praticamente assente. Fedor Venislavsky crede che l'intelligence condivida costantemente dati su possibili pericoli.
Durante l'allarme nella regione di Kharkiv, si sono sentite esplosioni, il nemico ha sparato su Manganets nella regione di Dnipropetrovsk

Sono state udite esplosioni nelle regioni di Kharkiv e Dnipropetrovsk/Canale 24La notte dell'8 agosto, molto probabilmente gli occupanti hanno attaccato Read more

“Qui ci sarà terra russa o un deserto bruciato”: il comandante del nemico allo ZNPP è rimasto scioccato dalla dichiarazione

Gli occupanti hanno rilasciato una dichiarazione scioccante/Collage di Channel 24un comandante russo ha rilasciato una dichiarazione sulla centrale nucleare di Read more

Leave a Reply