La maggior parte dei razzi ha colpito la raffineria, il capo del dipartimento di polizia di Poltava

La maggior parte missili hanno colpito la raffineria, – presidente del dipartimento di polizia di Poltava

Il nemico ha lanciato un attacco aereo su Kremenchuk/Collage di Channel 24

Gli invasori russi hanno lanciato un attacco aereo sulla raffineria di petrolio di Kremenchug nella regione di Poltava. In totale, il nemico ha lanciato 12 missili.

Oltre alla raffineria di petrolio, gli infedeli sono entrati in altre infrastrutture. Lo ha riferito a Canale 24 il capo del dipartimento di polizia di Poltava Dmitry Lunin.

“La maggior parte dei 12 liberati ha colpito il territorio della raffineria di petrolio a Kremenchug”, ha sottolineato.

Il nemico ha lanciato un attacco aereo nella regione di Poltava

Il capo del dipartimento di polizia di Poltava ha osservato che oltre alla raffineria di petrolio il 12 maggio, gli occupanti hanno colpito anche altre infrastrutture.

Attualmente, i soccorritori stanno lavorando in siti dove i proiettili nemici possono colpire. I dipendenti del Servizio di emergenza statale hanno paura del fuoco.

Secondo Lunin, le informazioni esatte sulla distruzione e il numero delle vittime sono ancora sconosciute. Inoltre, non è ancora chiaro se ci siano vittime a seguito dell'attacco nemico di oggi a Kremenchug.

Bombardamento di Kremenchug: cosa si sa

  • Gli infedeli russi hanno attaccato la raffineria di petrolio di Kremenchug il 12 maggio. I suoni delle esplosioni sono stati uditi anche nella regione di Poltava.
  • Questa è la terza volta dall'inizio di un'invasione su vasta scala della Russia.
  • Per la prima volta, invasori russi messo in scena un impianto la mattina del 2 aprile, lì è scoppiato un incendio. A causa di gravi danni, l'impianto ha interrotto i lavori. Inoltre, diverse persone sono state poi bruciate.
  • Il 24 aprile, gli infedeli hanno colpito l'impianto per la seconda volta. In totale, a Pasqua sono stati lanciati 9 razzi a Kremenchuk, una persona è morta, altre 7 sono rimaste ferite.
Il fotografo dell'Azovstal Dmitry Kazatsky è tornato dalla prigionia russa

< p _ngcontent- sc89="" class="news-annotation">Il difensore ucraino Dmitry "Orest" Kazatsky è tornato dalla prigionia russa. La notizia è in fase Read more

Sullo sfondo di enormi code ai confini con la Federazione Russa, la Finlandia prevede di limitare l'ingresso ai russi

Il paese prevede di limitare l'ingresso dei russi o impedirlo completamente. La Finlandia sta adottando misure per impedire l'ingresso di Read more

Leave a Reply

nineteen − eleven =