Le guardie di frontiera di “Azovstal” hanno mostrato il loro modo di vivere e le condizioni in cui tengono la difesa

Le guardie di frontiera di

Come vivono le guardie di frontiera di “Azovstal”/”AZOV-Mariupol”

I soldati ucraini continuano la loro eroica resistenza allo stabilimento Azovstal di Mariupol. Il Servizio di frontiera statale ha mostrato filmati della fabbrica e della vita dei nostri difensori e difensori.

Le guardie di frontiera che sono ora ad Azovstal, nonostante tutta la complessità, cercano di non perdere l'ottimismo e di trovare tempo di sorridere. Il cibo viene preparato da ciò che rimane nelle scorte.

Guardie di frontiera all'Azovstal

Gli eroi ucraini stanno cercando di fornire potere e comunicazioni ininterrotte. Poiché le scorte di cibo non sono così grandi, il cibo deve essere preparato da ciò che è disponibile. Ad esempio i “frittelle” di farina, sale e acqua.

Tuttavia, i nostri soldati non si perdono d'animo e credono nella vittoria del nostro Stato anche in un momento così difficile.

In condizioni estremamente difficili, le guardie di frontiera dell'Azovstal, insieme ad altri difensori, continuano a difendere Mariupol. Nonostante tutto, qui trovano il tempo per sorridere. E ci sono anche cose necessarie da fare – fornire cibo, organizzare comunicazioni, – così è stato descritto il video nel Servizio di frontiera di Stato.

Vita delle guardie di frontiera ad Azovstal: guarda il video

< /p>

Cosa sta succedendo ad Azovstal

  • Gli eroi ucraini sono ora nello stabilimento di Azovstal a Mariupol, circondati da invasori russi. Il 30 aprile è iniziato il processo di evacuazione dei civili rifugiati nel territorio dell'impianto.
  • Dopo il suo completamento, gli invasori hanno continuato ad attaccare l'impianto. I russi usano aviazione, artiglieria e altre armi.
  • Ora le autorità ucraine stanno negoziando l'evacuazione dei soldati feriti e dei medici dall'impianto. Secondo il ministro per la reintegrazione, Irina Vereshchuk, ci sono 60 di queste persone nell'impianto.
  • È offerta una procedura di estrazione per i soldati ucraini attualmente nello stabilimento. In Ucraina, hanno persino creato una petizione all'ONU e al segretario generale António Guterres con la richiesta di applicare questa procedura per i difensori di Mariupol.
  • Questa procedura prevede la rimozione dei militari da parte di un terzo stato nel suo territorio. Fino alla fine delle ostilità, non possono tornare al fronte.
  • Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha già offerto a Putin il trasferimento dei difensori del Mariupol in Turchia, ma il capo del Cremlino ha rifiutato. Ad esempio, i nostri eroi “dovrebbero arrendersi”.
  • Nonostante la difficile situazione, i nostri soldati non solo respingono il nemico, ma infliggono anche perdite significative ai russi. I difensori di Mariupol eliminarono quasi 6mila invasori e distrussero molti equipaggiamenti nemici.
La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran per monitorare Israele: come minaccia l'Ucraina

La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran/EPATeheran e Mosca hanno intensificato la cooperazione politica e militare. La Russia ha Read more

Erdogan ha umiliato Putin, la NATO controlla il Caucaso meridionale – Piontkovsky

Piontkovsky sull'umiliazione di Putin da parte di Erdogan/Channel 24 Collage La NATO sta strisciando verso il territorio russo ed ha Read more

Leave a Reply