Ha consumato denaro russo per 8 anni – l'attivista per i diritti umani spiega la mobilitazione di massa nel Donbas occupato

La Russia consuma denaro da 8 anni, – attivista per i diritti umani ha spiegato la mobilitazione di massa nel Donbas occupato

La mobilitazione forzata continua nell'est/Channel 24 Collage

Nei territori temporaneamente occupati delle regioni di Donetsk e Lugansk, la popolazione continua a essere mobilitata con la forza. Quindi i militanti stanno cercando di colmare le “lacune”.

Non ci sono praticamente persone, in particolare uomini, fisicamente – tutti sono stati mandati al fronte. L'attivista per i diritti umani, personaggio pubblico Pavel Lisyansky, ne ha parlato a Canale 24.

Le persone colmano le “lacune”

Secondo lui, poiché non ci sono abbastanza persone, le autorità occupanti hanno assunto la popolazione di 61+ e adolescenti che fanno parte di gruppi militari-patriottici, ad esempio Young Guard, Amazons, Voin, organizzazioni Kosach, ecc. e.< /p>

Per tutti gli 8 anni, i militanti, insieme ai loro curatori, hanno consumato denaro dal budget russo per sostenere i gruppi dell'esercito 1 e 2. Naturalmente, tutto ciò non è accaduto , ma i soldi sono stati spesi – ha sottolineato Lisyansky.

Ha spiegato che l'audit militare, lavorando in quasi-formazioni nel Donbass, ha visto molte carenze.

Le squadre militari volevano nascondere il fatto che, ad esempio, 8.000 combattenti hanno ricevuto stipendi durante la guerra. Pertanto, hanno deciso di preservare sia le statistiche che la libertà e la vita dei loro leader occupanti e hanno semplicemente iniziato a mobilitare massicciamente le persone lì per colmare queste “lacune”.

“Questo (mobilitazione – Canale 24) è stato intensificato dai processi Il Cremlino ha dato l'ordine di guidare tutti senza esagerare. Oggi non è rimasto quasi nessuno”, ha osservato l'esperto.

Repressione delle proteste delle donne

Alla fine di aprile, le donne hanno iniziato a consegnare il primo grosso lotto di cadaveri. Poi tra le donne sono iniziati grandi umori di protesta, che stanno cercando di reprimere con tutte le loro forze.

A Lugansk c'è stato anche un tentativo di organizzare una piccola protesta di massimo 30 donne, ma è stata dispersa . Ora hanno creato i cosiddetti “consigli delle donne”.

Ricordiamo!Nei territori occupati della regione di Luhansk, le donne i cui mariti sono stati mobilitati hanno cercato di organizzare una protesta spontanea. Hanno invitato le autorità occupanti a mostrare la reale situazione al fronte.

Un gruppo di tecnologi politici sta lavorando nel Donbas

Lisyansky ha detto che un gruppo dei tecnologi politici Yevgeny Prigozhin ha iniziato a lavorare nel Donbas, guidato da Maxim Shugalei.

È arrivato nel territorio temporaneamente occupato della regione di Luhansk e con il suo gruppo sta raccogliendo un'indagine sociologica a sostegno della popolazione locale della Russia, ha osservato l'attivista per i diritti umani.

Crede che, molto probabilmente, la Russia abbia in programma di tenere un “referendum” sul Donbass in estate, quindi Il Il Cremlino vuole sapere come sono impostate le persone.

Cosa si sa di Maksim Shugalei

h3>

  • Questa è una delle persone autorevoli in politica circoli tecnologici in Russia. Ha lavorato nei paesi del Medio Oriente.
  • Nel 2019 ha trascorso 1,5 anni in Libia per spionaggio.
  • È a capo della “Tutela dei valori nazionali dello Stato” della Russia”.
  • Durante gli 8 anni di guerra, dal 2014, Shugaley non ha mai affrontato le questioni del Donbas.
A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply

4 × 1 =