Il ministero degli Esteri ha risposto al Primo Ministro dei Paesi Bassi sul dubbio che l'Ucraina possa presto diventare un candidato per l'UE

Il Ministero degli Esteri ha risposto al Primo Ministro dei Paesi Bassi sul dubbio che l'Ucraina possa presto diventare un candidato per l'UE

Il Ministero degli Esteri ha risposto al Primo Ministro dei Paesi Bassi Paesi Bassi sulla sua dichiarazione sullo status dell'Ucraina come candidato all'UE./Channel 24 collage

Il primo ministro olandese Mark Rutte ha rilasciato una dichiarazione controversa. Secondo lui, la probabilità che l'Ucraina riceva presto lo status di candidato all'UE non è grande.

Il ministero degli Esteri ucraino ha già risposto a tali ipotesi. Oleg Nikolenko, portavoce del dipartimento, ha affermato in un commento su Canale 24 che ogni paese merita un approccio individuale all'adesione basato sulle proprie virtù.

Come si giustifica Rutte la sua opinione

Secondo il Primo Ministro dei Paesi Bassi, ci sono molti stati nell'Unione Europea a cui non piace l'idea dell'adesione dell'Ucraina. Ad esempio, il punto è che sarebbe ingiusto nei confronti dei paesi dei Balcani occidentali. Dopotutto, stavano aspettando un tale stato da molto più tempo.

Allo stesso tempo, Rutte ha affermato che sembravano esserci diverse opzioni per ciò che sarebbe accaduto alla nostra applicazione. Uno di loro garantirà all'Ucraina lo status di potenziale candidato all'ammissione. Quindi, secondo lui, ci dovrebbe essere concesso un periodo durante il quale dobbiamo ancora fare qualcosa per ottenere uno status a tutti gli effetti.

Rutte dice che in questo modo il nostro governo non perderà la motivazione per lavorare . Fa anche un esempio della Bosnia, che si trova in una situazione simile su questo argomento.

Cosa dicono al ministero degli Esteri

Oratore Oleg Nikolenko afferma che è ingiusto legare la concessione dello status di candidato dell'UE all'Ucraina per progredire nell'integrazione dei Balcani occidentali.

Sosteniamo pienamente l'integrazione europea dei paesi dei Balcani occidentali. Ma la concessione dello status di candidato all'Ucraina e ai paesi dei Balcani occidentali non è in contraddizione. Al contrario, dovrebbe essere un processo complementare. L'integrazione dell'Ucraina e dei Balcani occidentali non farà che rendere l'UE più forte e più prospera. – ha assicurato.

Nikolenko ha sottolineato che l'Ucraina difende i valori europei, la pace e la sicurezza dell'Europa. Paghiamo un prezzo alto per questo: diamo la vita ai nostri cittadini.

“Sentiamo molte parole di sostegno e ammirazione per il coraggio degli ucraini, assicurazioni di appartenere a un'unica famiglia europea. Il momento della verità è arrivato: l'Ue deve dimostrare solidarietà all'Ucraina non solo a parole, ma anche nei fatti”, ha affermato Nikolenko .

Secondo lui, è nell'interesse dell'Europa cercare soluzioni, non scuse.

Cosa si sa sull'applicazione dell'Ucraina

h2>

  • Il nostro stato ha chiesto l'adesione, dopo aver respinto i primi attacchi dell'invasione russa all'Ucraina. L'UE l'ha approvato e Ursula von der Leyen è venuta personalmente a Kiev per consegnare a Volodymyr Zelensky un questionario speciale. È già stato prontamente compilato e consegnato all'UE. Ora, la domanda di ammissione dovrebbe essere presa in considerazione al vertice corrispondente di giugno.
  • Allo stesso tempo, i politici mondiali fanno spesso affermazioni ambigue su questo, simili a quanto dice Rutte. In primo luogo, si è distinto il presidente francese Emmanuel Macron. Successivamente il ministro francese, che ha affermato che la nostra adesione all'UE richiederà 20 anni. Anche Oleg Nikolenko ha reagito a questo, rispondendo che l'aggressione militare della Russia contro l'Ucraina ha mostrato la necessità di ripensare al futuro dell'Europa.
  • Lo stesso presidente Volodymyr Zelensky ha reagito alle dichiarazioni della Francia. Non era d'accordo sul fatto che l'Ucraina dovrebbe diventare un membro dell'UE, ma la domanda dovrebbe attendere. Questo è ciò che ha detto Macron. Il nostro presidente dice che queste parole sono sbagliate, perché dobbiamo essere desiderati per essere nell'UE, deve essere un desiderio bilaterale.
A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply

twenty − 1 =