I russi hanno “la superiorità numerica” ​​ma hanno ottenuto solo guadagni marginali in Ucraina – Pentagono

I russi hanno una

Il Pentagono ha affermato che gli occupanti hanno fatto pochi progressi, nonostante il vantaggio numerico/Collage 24

La Russia ha rubato molti militari e attrezzature all'Ucraina. Tuttavia, le truppe di occupazione ottennero solo piccoli successi, nonostante l'enorme vantaggio in termini di manodopera.

Lo ha detto uno degli alti funzionari del Pentagono. Secondo lui, la Russia ha schierato 110 gruppi tattici di battaglioni operativi in ​​Ucraina. La maggior parte si trova nel sud, mentre il resto dei gruppi si è diviso e sta combattendo nel Donbass.

Gli occupanti hanno fatto pochi progressi, nonostante il loro vantaggio numerico< /h2>

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha affermato che le truppe russe hanno fatto solo progressi marginali in Ucraina, nonostante il vantaggio nel numero di truppe. Tuttavia, questi risultati sono compensati dai risultati delle forze armate ucraine in altre aree, in particolare intorno a Kharkov, la seconda città più grande dell'Ucraina.

Secondo un alto funzionario del Pentagono, la guerra della Russia contro l'Ucraina è stata dura 92 giorni e la strategia del paese aggressore si sta sviluppando. In primo luogo, gli occupanti avevano l'obiettivo di catturare Kiev e sostituire il governo eletto dal popolo ucraino. Tre ali dell'esercito russo dovrebbero superare rapidamente la resistenza dei combattenti ucraini:

  • un'ala attaccata da nord;
  • la seconda – attaccata dalla Crimea,< /li>
  • il terzo – spremuto da est.

Beh, non ha funzionato. Così, hanno iniziato a cercare di tagliare l'intero Donbass, spostandosi a sud di Kharkov ea nord di Mariupol. – ha aggiunto il funzionario.

In questo, anche i russi non hanno fatto progressi significativi, quindi si sono posti un obiettivo diverso. Ora gli occupanti stanno cercando di strappare all'Ucraina le regioni dell'Estremo Oriente.

I combattimenti sono duri e duri. A sua volta, un cambiamento nel terreno e nel bersaglio significa un cambiamento nelle tattiche sul campo di battaglia, che porta ad un aumento dell'importanza del fuoco a lungo raggio. La pace fornisce all'Ucraina il potenziale necessario per combattere gli invasori. Secondo il funzionario, su 108 obici M-777 consegnati alle forze armate ucraine, 85 sono già utilizzati dall'esercito ucraino. Questi cannoni sparano da 190.000 proiettili da 155 mm, anch'essi consegnati al nostro paese.

Inoltre, 9 elicotteri Mi-17 e il 73% dei veicoli aerei senza pilota Switchblade sono stati inviati alle forze armate ucraine. Ogni giorno arrivano sempre più equipaggiamenti in Ucraina, dai mezzi corazzati per il trasporto di personale e razioni alle forniture mediche e ai radar anti-artiglieria.

Gli invasori usano i vecchi approcci sul campo di battaglia

Gli occupanti hanno forze significative con grandi capacità, tuttavia i militari ucraini danno loro un adeguato rifiuto. In particolare, i combattenti delle forze armate ucraine hanno distratto gli invasori da Kiev e li hanno respinti intorno a Kharkov. Le tattiche russe aiutano anche i nostri difensori.

“I russi stanno cercando di superare alcuni dei problemi che hanno: comando e controllo, logistica, manovre. Ma, in generale, vediamo che stanno facendo sforzi più localizzati. Stanno usando unità più piccole per raggiungere obiettivi più piccoli in un contesto più “approccio schiacciato”, ha aggiunto il funzionario del Pentagono.

Le tattiche russe non sono cambiate in tutti i 92 giorni di guerra su vasta scala.

“Fanno ancora tutto in modo abbastanza dottrinale – prima usano fuoco di artiglieria, e poi muovere le unità solo dopo aver sentito di aver ammorbidito abbastanza il bersaglio”, ha aggiunto il funzionario. /p>

Dall'inizio dell'invasione, i funzionari militari hanno affermato che si aspettano che entrambe le parti imparino da questa esperienza e Tuttavia, secondo un funzionario del Dipartimento della Difesa statunitense, il Pentagono non vede “molto innovativo, creativo modi efficaci per far avanzare” gli occupanti. Dopotutto, usano quasi lo stesso approccio dottrinale del passato.

Il fotografo dell'Azovstal Dmitry Kazatsky è tornato dalla prigionia russa

< p _ngcontent- sc89="" class="news-annotation">Il difensore ucraino Dmitry "Orest" Kazatsky è tornato dalla prigionia russa. La notizia è in fase Read more

Sullo sfondo di enormi code ai confini con la Federazione Russa, la Finlandia prevede di limitare l'ingresso ai russi

Il paese prevede di limitare l'ingresso dei russi o impedirlo completamente. La Finlandia sta adottando misure per impedire l'ingresso di Read more

Leave a Reply

11 + 7 =