Non c'è speranza per i negoziati ora, – il Pentagono ha annunciato la sua visione della situazione nel Donbas

Non c'è speranza per i negoziati ora, – il Pentagono ha espresso la sua visione della situazione nel Donbas

Kirby sulla situazione nel Donbas/Channel 24 Collage

Il Pentagono ha affermato che dal 27 maggio i combattimenti nel Donbas sono molto dinamici. La situazione cambia ogni giorno.

L'oratore del Pentagono ha sottolineato che gli ucraini stanno resistendo duramente agli invasori russi. I difensori e i difensori ucraini sono molto attivi nella loro lotta. In particolare, nella regione di Kharkiv, le forze armate ucraine continuano a respingere i russi.

Il Pentagono ha registrato una certa avanzata degli invasori russi a est. È associato al fatto che il nemico ha concentrato una massiccia offensiva nella sezione più piccola del fronte. Tuttavia, le forze armate dell'Ucraina non consentono agli invasori russi di ottenere un successo significativo.

Kirby ha sottolineato che la situazione sta cambiando rapidamente. Prima di allora, sia le Forze armate che la fornitura di armi agli Stati devono adattarsi in tempo reale.

Secondo l'oratore del Pentagono, gli Stati Uniti hanno concentrato la loro attenzione principale sui difensori e difensori ucraini da vincere sul campo di battaglia. Per fare questo, gli Stati Uniti sono costantemente in contatto con la parte ucraina, così come con tutti gli alleati e partner. L'obiettivo è fornire alle Forze Armate tutto il necessario. Kirby ha assicurato che gli Stati comprendono il valore del tempo nella questione della fornitura di armi.

Non c'è ancora speranza per i negoziati

Kirby ha osservato che Vladimir Putin non ha mostrato alcun interesse a passare a un accordo diplomatico.< /p>

Come ha già affermato il Segretario di Stato americano, Putin può fare la cosa giusta proprio qui e ora: ritirare le truppe e sedersi al tavolo dei negoziati con Vladimir Zelensky e negoziare in buona fede. Non sembra esserci alcuna speranza per tali colloqui ora”, ha detto Kirby.

Il portavoce del Pentagono ha sottolineato che il capo del Cremlino, al contrario, mostra la volontà di continuare la guerra. In particolare, nel Donbass. La Russia continua a:

  • accumulare truppe;
  • tirare attrezzature;
  • attacchi aerei.

Putin ha fallito non raggiungere obiettivi strategici

Kirby ha sottolineato che Putin non è riuscito a raggiungere un unico obiettivo strategico. Non è riuscito a togliere la sovranità ucraina né a catturare la capitale. Gli ucraini combattono ogni giorno per la propria indipendenza.

L'oratore del Pentagono ha notato che gli invasori russi stanno cercando di correggere alcuni degli errori commessi nei primi giorni della guerra. In particolare, stanno cercando di migliorare l'integrazione delle operazioni di terra e aeree. Il Donbass è un'area aperta. Inoltre, è territorialmente più vicino alla Russia. Questo semplifica il processo di rifornimento. Allo stesso tempo, gli invasori non possono risolvere la situazione a loro favore.

Zelensky sulla situazione nel Donbas

Vladimir Zelensky, rivolgendosi agli ucraini la notte del 28 maggio, ha affermato che la situazione nel Donbas è molto pesante. Le forze armate ucraine proteggono l'Ucraina nel modo consentito dalle risorse di difesa disponibili. Allo stesso tempo, è in corso un lavoro attivo per rafforzarlo.

“Se gli invasori pensano che Lyman o Severodonetsk saranno loro, allora si sbagliano. Il Donbass sarà ucraino. Perché questo siamo noi, questo è la nostra essenza”, ha detto Zelensky.

Nota! Al 27 maggio, lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha segnalato la liquidazione di 29.750 occupanti russi.

La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran per monitorare Israele: come minaccia l'Ucraina

La Russia ha lanciato un satellite per l'Iran/EPATeheran e Mosca hanno intensificato la cooperazione politica e militare. La Russia ha Read more

Erdogan ha umiliato Putin, la NATO controlla il Caucaso meridionale – Piontkovsky

Piontkovsky sull'umiliazione di Putin da parte di Erdogan/Channel 24 Collage La NATO sta strisciando verso il territorio russo ed ha Read more

Leave a Reply