Battaglie vicino a Slavyansk e Bakhmut: lo stato maggiore ha nominato le destinazioni più calde del Donbass

Battaglie vicino a Slavyansk e Bakhmut: lo Stato Maggiore Generale ha nominato le aree più calde del Donbas

I nostri militari continuano a distruggere il nemico nel Donbas/Collage di Canale 24

La feroce opposizione al nemico non si placa nel Donbass. Non lontano da Slavyansk, Bakhmut e altri insediamenti, i nostri militari respingono valorosamente gli attacchi degli invasori.

Lo dimostrano le informazioni sull'attuale costruzione dello Stato Maggiore Generale del 9 giugno. Sottolinea che il nemico non solo va all'attacco, ma continua a colpire le nostre posizioni e i civili con tutte le armi possibili.

Apri il fuoco dell'artiglieria e lancia attacchi aerei

Gli invasori russi continuano ad attaccare le posizioni dei nostri difensori nel Donbass. Dal momento che gli infedeli non hanno mai funzionato con il combattimento ravvicinato, preferiscono il loro schema tradizionale: aprono il fuoco su tutto ciò che ottengono.

Ad esempio, su In direzione slava i militari dei paesi aggressori hanno sparato contro le aree di Dubrovny, Kamyshevakhi e Kurulka. Inoltre, si stanno preparando ad attaccare. Secondo lo stato maggiore, hanno in programma di guidarlo in direzione della stessa Slavyansk, così come di Barvenkovo.

Inoltre, i soldati della “seconda armata del mondo” hanno lanciato un'offensiva vicino a Bogorodichny e Dovgenkiy . Ciò è diventato possibile solo dopo che hanno aperto massicciamente il fuoco sulle nostre posizioni. I combattimenti continuano lì ora.

Direzione di Donetsk. Il nemico continua a sparare sulla linea di collisione. Inoltre, si è verificato un “arrivo” nella regione di Kramatorsk. Un missile russo l'ha colpito.

Combattimenti vicino a Slavyansk e Bakhmut: le destinazioni più calde del Donbas sono state nominate dallo stato maggiore

Mappa delle ostilità nel Donbass del 9 giugno/Screenshot liveuamap

direzione Severodonetsk. Gli infedeli hanno colpito i nostri militari con mortai, artiglieria e anche MLRS. Inoltre, le infrastrutture civili di Severodonetsk, Lisichanskaya, Privilege, Ustinovka, Gorny e Ekaterinovka caddero nell'attacco nemico.

È noto che il nemico ha lanciato un attacco aereo su Toshkovka. Nello stesso insediamento, gli invasori tentarono di effettuare un'operazione d'assalto, ma fallirono. Si noti che nella direzione della stessa Ekaterinovka, i combattenti del paese aggressore hanno subito notevoli perdite. Pertanto, hanno dovuto ritirarsi nelle posizioni occupate prima.

La stessa Severodonetsk è ancora molto irrequieta. Lì, il nemico sta ora cercando di trovare punti deboli nella difesa della città. Ma il nostro esercito non gli permette di farlo.

Direzione Bakhmut.Qui gli invasori russi usarono anche cannoni e artiglieria a razzo. Da esso, il nemico ha aperto il fuoco sulle nostre unità. Le aree di Kamyshevakhi, Nikolaevka, Berestovoye, Belogorovka, Semigorye e Mayorskoye caddero nell'attacco nemico. Inoltre, le aree di Verkhnekamenka, Zolote, Berestovoye, Slavyansk e anche New York sono state oggetto di attacchi missilistici e aerei.

I combattimenti non si placano. Non c'è da stupirsi che gli invasori russi continuino a subire perdite. E dall'inizio dell'invasione su vasta scala, questa cifra ha superato le tre decine di migliaia.

I russi continuano a morire in guerra

All'8 giugno, 31.500 invasori russi hanno si unì ai ranghi del “200esimo”. Sottolineiamo che questo numero è approssimativo, perché è semplicemente impossibile calcolare le perdite esatte del nemico nella zona di combattimento.

Anche l'equipaggiamento degli infedeli è diventato notevolmente inferiore. Nel corso di oltre tre mesi, 1393 carri armati, 3429 veicoli corazzati da combattimento, 703 sistemi di artiglieria, 213 MLRS, 96 unità di difesa aerea, 2406 veicoli e petroliere, nonché 53 unità di equipaggiamento militare sono state trasformate in rottami metallici per più di tre mesi. tre mesi.

Ma non è ancora tutto. Il nemico ha 212 aerei, 178 elicotteri, 559 UAV, 125 missili da crociera e 13 navi in ​​meno.

Forti esplosioni sono state udite a Zaporozhye, nel Dnipro e nella Nova Kakhovka occupata

Si sentono esplosioni a Zaporozhye, Dnipro e Nova Kakhovka occupata/Canale 24 Sono state udite esplosioni a Zaporozhye e Dnipro la Read more

L'Ucraina prepara programmi per il ripristino della Crimea dopo la disoccupazione e promette protezione delle popolazioni indigene

< strong _ngcontent-sc85="">Russo la guerra contro l'Ucraina è iniziata in Crimea, quindi deve finire lì. Il governo sta preparando programmi Read more

Leave a Reply