Medioevo donato dalla Russia: i residenti di Mariupol sono costretti a lavare le cose nelle pozzanghere

Medioevo donato dalla Russia: i residenti di Mariupol sono costretti a lavare le cose nelle pozzanghere

I residenti di Mariupol ora lavano le cose nelle pozzanghere/Canale Collage 24

Gli invasori russi hanno liberato Mariupol da una vita normale e confortevole. Ora la gente del posto vive letteralmente nel Medioevo.

Il consigliere del sindaco di Mariupol, Petr Andryushchenko, ha pubblicato una fotografia della vita dei residenti locali. Gli invasori russi hanno fatto tutto il possibile per far sì che le persone iniziassero a vivere in povertà.

Lavare gli oggetti nelle pozzanghere

Alcuni residenti sono costretti a lavare i propri vestiti nelle pozzanghere. Ecco come appare “tutta la bellezza del mondo russo”.

Mariupol. Mentre gli occupanti stanno aprendo la manifestazione “Lavatoio”, i residenti stanno aprendo lavanderie in una pozzanghera. C'è davvero acqua in città, ma non c'è affatto e non quella di cui vale la pena parlare. 21 secolo. Centro d'Europa. Il Medioevo, un dono della Russia, scrisse Pyotr Andryushchenko.

Medioevo , donato dalla Russia: i residenti di Mariupol sono costretti a lavare le cose nelle pozzanghere

Gli abitanti di Mariupol sono costretti a lavare le cose nelle pozzanghere/Foto di Petr Andryushchenko

Dall'inizio dell'invasione su vasta scala, avvenuta il 24 febbraio, gli occupanti russi hanno ucciso insidiosamente migliaia di civili a Mariupol. Ora hanno cercato di fare qualcosa con i corpi delle persone per molto tempo.

  • In precedenza, Petr Andryushchenko ha pubblicato filmati semplicemente orribili dalla città. In uno degli obitori locali, hanno deposto i corpi. I cadaveri giacevano proprio sul marciapiede e la temperatura allora era di 24 gradi Celsius.
  • La situazione umanitaria in città è semplicemente catastrofica. Le persone non hanno praticamente acqua potabile e gli occupanti le costringono anche a lavorare per procurarsi il cibo per ripulire le macerie.
  • Inoltre, a Mariupol operano ancora i cosiddetti “campi di filtrazione”, dove le persone vengono derise. Gli occupanti non lasciano entrare nessuno nei territori controllati dall'Ucraina. Puoi andare solo nel territorio della Russia. Da lì, alcuni sono già riusciti a tornare in Ucraina attraverso paesi terzi.
  • Ci sono così tanti cadaveri a Mariupol che gli invasori non sanno letteralmente cosa farne. È già noto che in città sono morte almeno 22mila persone. E questo è ancora un dato molto “cauto”.

In generale, la situazione epidemiologica in città è molto difficile. A causa dell'elevato numero di cadaveri, del caldo e delle condizioni igieniche generali, malattie pericolose possono diffondersi in città.

Vedi anche: quali sono i piani futuri degli invasori russi per la guerra

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply