Vertice Nato a Madrid: come si posiziona l'Ucraina

Summit La NATO a Madrid: come si posiziona l'Ucraina lì

L'Ucraina sarà l'argomento principale al vertice della NATO/Getty Images

Il vertice NATO di Madrid non andrà sicuramente secondo il programma che l'Ucraina si aspettava un anno fa, avviando un percorso ambizioso per la concessione del MAP (Membership Action Plan).

Off programma

< p>Questo vertice non ci porterà decisioni così rivoluzionarie a sostegno della futura adesione come è successo l'altro giorno con l'UE.

Ma è opportuno continuare la retorica del “ricatto emotivo” in una conversazione con l'Alleanza, cercando di influenzare in questo modo i suoi leader?

Vale la pena criticare l'unica organizzazione al mondo per la sicurezza collettiva della democrazia paesi per non essere pronti per l'aggressione della Federazione Russa – ovviamente.

È questo un motivo per noi, ucraini, sullo sfondo dell'assistenza insufficiente (secondo l'opinione di un paese che lotta per l'esistenza) per pubblicamente rinunciamo alle nostre pretese di diventare un membro dell'Alleanza – ne sono convinto – no.

Strategia per l'Ucraina

Quindi, la prossima settimana la NATO non ci annuncerà come nuovo membro dell'organizzazione, aggirando il MAP, come Svezia e Finlandia.

Paesi L'Alleanza sicuramente non invierà truppe in Ucraina domani per aiutare. Per quanto vorremmo, le forze dell'Alleanza non “chiuderanno il cielo” ai missili russi e la flotta statunitense non entrerà domani a Odessa, avendo sbloccato i nostri porti.

Tuttavia, quale strategia può avere l'Ucraina per vincere la guerra a lungo termine con il Cremlino se l'adesione alla NATO non è più un'opzione?

La ripetizione del mantra che “l'Ucraina non può entrare nella NATO da diversi oppositori Stati” aiutano a superare l'aggressione russa, ricevendo ingenti aiuti militari, influenzando l'opinione pubblica nei paesi partner e la stessa Ucraina è una domanda piuttosto retorica.

Il problema di superare lo scetticismo della vecchia Europa sulla nostra appartenenza all'Alleanza, con tutto il peso, non è il momento adesso. Non importa quanto siano tempestivi i “turni di svolta” nei fari chiave della politica estera ucraina.

Non c'è alternativa all'adesione dell'Ucraina alla NATO. Nessuno creerà per noi un nuovo sistema di sicurezza collettiva.

Tali “rimostranze” ucraine contro i partner e “ritiri” ingiustificati dalla politica di adesione sono un dono per la propaganda del Cremlino e delle sue reti di influenza in Occidente.

< p>Ad esempio, negoziamo già, togliamo le sanzioni, fermiamo le consegne di armi a Kiev, è tempo di trarre nuove garanzie di “non blocco” per i resti dell'Ucraina non occupata: loro stessi hanno accettato una delle condizioni di Putin: niente NATO.

Questa non è una “retorica alta” e disposizioni costituzionali.

La nostra posizione

Il contenuto della posizione ucraina nei confronti della NATO ha ancora oggi un aspetto assolutamente pratico.< /p>

  • Primo. Fornire sufficiente assistenza militare all'Ucraina e fissare questo impegno nella dichiarazione politica del Vertice di Madrid dell'Alleanza;
  • Secondo. L'approvazione di un nuovo pacchetto completo di assistenza all'Ucraina da parte della NATO, che dovrebbe essere lo strumento principale per il nostro adeguamento agli standard amministrativi e militari degli alleati, che garantirà la piena interoperabilità operativa. Questo pacchetto, in sincronia con il formato Rammstein, dovrebbe includere fondi fiduciari efficienti (finanziamenti + personale) dall'assistenza sanitaria di base, comunicazioni e sicurezza informatica al sistema di addestramento militare ucraino;
  • Terzo. Fissare nel Concetto strategico della NATO-2030 il ruolo dell'Ucraina come elemento paese della sicurezza dell'Alleanza e della Russia come principale minaccia con tutte le conseguenti misure di pianificazione militare degli alleati nell'Europa orientale e nella sottoregione del Mar Nero in particolare ;
  • Quarta e, infine, la cosa principale . L'Ucraina politicamente dovrebbe suonare ai massimi livelli a Madrid. Il nostro Paese deve sottolineare con sicurezza che quando (e non se) diventeremo un membro a pieno titolo della NATO, la sicurezza dell'Europa aumenterà solo da questo ed escluderà la possibilità del ritorno delle truppe russe ai confini condizionali del 1991;
  • Fornire all'Ucraina un candidato per l'adesione all'UE ha dimostrato che l'impossibile diventa possibile quando si persevera verso il risultato e si utilizza al massimo la “finestra di opportunità”.

Il nostro obiettivo strategico dovrebbe essere quello di ottenere una decisione politica sull'adesione dell'Ucraina alla NATO nei periodi più brevi dopo la fine della guerra. Ma prima dobbiamo sconfiggere Mordor con l'aiuto dei nostri alleati!

La Russia deve essere smilitarizzata – guarda il video:

Un quinto delle unità russe è già stato sconfitto, – Zaluzny in una conversazione con Milli

Valery Zaluzhny ha parlato con Mark Milli/Channel 24 Collage Il comandante in capo delle forze armate ucraine è in costante Read more

Gli invasori inscenarono nuovamente l'artiglieria dei cannoni su Nikopol: c'era la minaccia di ripetuti attacchi

I russi hanno attaccato di nuovo Nikopol/Collage di Channel 24< strong _ngcontent-sc165="">Gli invasori russi hanno bombardato di nuovo Nikopol. C'è Read more

Leave a Reply