A Knyazhichi, un bambino di 2 anni è caduto da una finestra aperta e si è schiantato

A Knyazhichi, un bambino di 2 anni è caduto da una finestra aperta e si è schiantato

Incidente nei telegrammi di Knyazhichi/Andrei Nebytov

Si è verificato un incidente nel villaggio di Knyazhichi nella regione di Kiev. Un bambino di 2 anni è caduto da una finestra aperta. Non è stato possibile salvarlo.

Il ragazzo stava volando giù dal terzo piano. Lo ha annunciato il 29 giugno il capo della direzione principale della polizia nazionale nella regione di Kiev, Andriy Nebytov.

Caduto sul cemento

Ieri, Nazar di due anni è caduto da una finestra aperta, con in mano una zanzariera, ed è volato dal terzo piano sul cemento. Nessuna rianimazione avrebbe aiutato qui”, scrive Andriy Nebytov.

Il capo della polizia nazionale della regione di Kiev esorta i genitori a prestare molta attenzione e chiudere le finestre nelle stanze dove ci sono bambini. Dopotutto, questa tragedia è avvenuta per frivolezza.

Ha partorito, cresciuta per anni e poi ha perso suo figlio in un istante. Non per la guerra, o per la malattia, per banale frivolezza, scrive l'ufficiale delle forze dell'ordine.

Nebytov dice che la stagione delle “ripercussioni”, purtroppo, continua. Ma le tragedie possono essere evitate.

La Russia continua a uccidere bambini ucraini

Al 28 giugno, la Russia ha già ucciso 341 bambini in Ucraina e altri 622 sono rimasti feriti. La maggior parte dei bambini ha sofferto nelle regioni di Donetsk e Kharkov. Sfortunatamente, i numeri crescono ogni giorno.

Un quinto delle unità russe è già stato sconfitto, – Zaluzny in una conversazione con Milli

Valery Zaluzhny ha parlato con Mark Milli/Channel 24 Collage Il comandante in capo delle forze armate ucraine è in costante Read more

Gli invasori inscenarono nuovamente l'artiglieria dei cannoni su Nikopol: c'era la minaccia di ripetuti attacchi

I russi hanno attaccato di nuovo Nikopol/Collage di Channel 24< strong _ngcontent-sc165="">Gli invasori russi hanno bombardato di nuovo Nikopol. C'è Read more

Leave a Reply