Il primo ministro israeliano si è dimesso e ha detto che veniva dalla politica: cosa è successo

Il Primo Ministro israeliano si è dimesso e ha detto che avrebbe lasciato la politica: cosa è successo

Secondo i media, Bennett è stato spinto dalla sua famiglia a lasciare la politica.

Il primo ministro israeliano Naftali Bennet, che guida il governo del paese dal 13 giugno dello scorso anno, ha annunciato che non avrebbe partecipato alla corsa alle elezioni per la Knesset, il parlamento israeliano.

A questo proposito scrive l'edizione israeliana newsru.co.il.

Bennett ha annunciato la sua decisione ai membri del suo partito Yamina dopo la decisione di sciogliere la 24a Knesset. Ha anche annunciato il suo licenziamento dal suo incarico.

Secondo la pubblicazione, Bennett ha subito pressioni dalla famiglia, esortandolo a lasciare la politica. La sera del 29 giugno Bennett ha rilasciato una dichiarazione ufficiale ai media, in cui ha annunciato una sospensione della vita politica e il trasferimento della carica di leader del partito ad Ayelet Shaked.

Si presume che le dimissioni del presidente del Consiglio avverranno entro la fine di quest'anno. Le prossime elezioni alla Knesset saranno le quinte negli ultimi tre anni.

A settembre dello scorso anno, secondo il Jerusalem Post, Bennett è stato nominato l'ebreo più influente al mondo.

< p>Prima delle elezioni del 2019, Bennett e rappresentanti del Byte Yehudi” hanno creato il partito “A-Yamin a-Khadash”, che gradualmente si è trasformato in un blocco di partiti di destra “Yamina”. Tuttavia, dopo le elezioni del 2021, Bennett ha infranto le sue promesse elettorali e ha creato una coalizione con i partiti di sinistra. Ciò ha suscitato l'indignazione di alcuni dei suoi associati che hanno lasciato la squadra politica.

Ricordiamo che a marzo il primo ministro Naftali Bennett ha affermato che Israele “sta fermamente dalla parte del popolo ucraino” e farà di tutto possibile porre fine alla guerra.

In Gran Bretagna, a causa del caldo, da sotto l'acqua è apparso un villaggio fantasma

Il caldo ha fatto sorgere un villaggio normanno dalle profondità di un bacino idrico che lo ha allagato circa 70 Read more

La Russia perde ogni giorno circa 500 dei suoi soldati al fronte – Il NYT

La Russia perde fino a 500 dei suoi militari ogni giorno nella guerra contro l'Ucraina. Tali enormi perdite significano che Read more

Leave a Reply