Continua lo scandalo attorno al nuovo capo del ministero degli Esteri belga: il viaggio del diplomatico in Crimea è stato pagato dal fondo della figlia di Putin

Continua lo scandalo che circonda il nuovo capo del ministero degli Esteri belga: il viaggio del diplomatico in Crimea è stato pagato dal fondo della figlia di Putin

Il i media hanno scoperto che il viaggio del nuovo ministro degli esteri belga Aji Lyabib nella Crimea occupata dalla Russia nel 2021 è stato pagato dal fondo della figlia di Vladimir Putin, Ekaterina Tikhonova Innopraktika.

Nel frattempo, uno dei il canale televisivo è RTBF, dove lavorava l'attuale capo del ministero degli Esteri belga, ha dichiarato il 28 luglio che il suo viaggio in Crimea nel luglio 2021 è stato pagato dagli organizzatori del festival Global Values, che si è tenuto il 23 luglio- 25 a Sebastopoli. Inoltre, hanno notato che la considerano una “pratica normale”.

Lo afferma nell'articolo di Evropeyskaya Pravda “L'effetto Dodon. Come il capo del ministero degli Esteri belga si rifiuta di scusarsi per la visita nella Crimea occupata”.

Adzha Labib nel luglio 2021 ha visitato la Crimea. Oltre al festival, ha visitato il sito turistico della costa meridionale della Crimea. Il festival in Russia è stato curato dalla figlia minore di Putin, Yekaterina Tikhonova, e sponsorizzato dalla Fondazione Innopraktika, gestita da Tikhonova.

La RTBF ha anche riferito ai media belgi di un accordo con gli organizzatori per fornire un operatore video per le riprese di un documentario, ma questi piani sono stati abbandonati, ritenendo che un tale schema non garantisca la libertà dei giornalisti.

Secondo alla pubblicazione, in un'intervista nell'agosto 2021, Lyabib ha raccontato questa storia in un modo diverso, da cui si è scoperto che ha davvero utilizzato i servizi dell'operatore, il video del film è stato girato ed è stata personalmente determinata di rilasciarlo senza problemi “con garanzie di libertà di parola”.

Ricordiamo, il nuovo capo del ministero degli Esteri belga ha avuto uno scandalo a causa di un viaggio a la Crimea occupata, che ha chiamato “Russia”. A proposito del soggiorno di Lyabib nel 2021, quando erano ancora presentatori televisivi, i suoi stessi messaggi sui social network testimoniano sul territorio della penisola occupata.

Il ministero degli Esteri ucraino ha reagito al viaggio dello scorso anno in Crimea del nuovo ministro degli Esteri belga e ha sottolineato che l'Ucraina sta scoprendo tutto su circostanze.

Leggi anche:

Un nuovo attacco delle forze armate ucraine ha sventato i tentativi della Russia di riparare il ponte Antonovsky: video di nuova distruzione

Il nuovo sciopero dell'UAF ha contrastato i tentativi della Russia di riparare il ponte Antonovsky/Collage di Canale 24L'esercito ucraino la Read more

A Zaporozhye i collaboratori stanno già replicando una “istruzione” sulla preparazione di un “referendum”

Gli occupanti si preparano a tenere un "referendum" a Zaporozhye/Foto pubblicata dal collaboratore BalitskyAnche Melitopol si sta preparando per un Read more

Leave a Reply