La Cina non sta solo sfidando gli Stati Uniti, è una terza guerra mondiale – scienziato politico

La Cina non sta solo sfidando gli Stati Uniti, è la terza guerra mondiale, – politologo

Le autocrazie sfidano gli Stati Uniti/Channel 24 Collage

< strong _ngcontent- sc85="">L'esercito cinese ha pubblicato un messaggio online “preparazione per la guerra”. La RPC sta effettivamente sfidando gli Stati Uniti.

ShareFbTwiTelegramViberShareFbTwiTelegramViber

Allo stesso tempo, cresce il rischio di un conflitto armato con Taiwan. La politologa Mykola Davydyuk ne ha parlato a Canale 24.

Tuttavia, la politologa non è sicura che la guerra cinese contro Taiwan possa essere più grande di quella russa contro l'Ucraina. Ora Taiwan si ispira in realtà all'Ucraina, studiando i nostri casi su come resistere alla dittatura e all'autocrazia.

Il mondo è “arrivato a metà” della terza guerra mondiale

h2>

Secondo Nikolai Davydyuk, potrebbe esserci effettivamente una “guerra dei derivati” con la partecipazione della Cina.

La Cina è non solo sfida gli USA, questo è il terzo mondo, – scienziato politico

Nikolai Davydyuk

Scienziato politico

Quanto alla Cina, penso , parafrasando una verità cinese: non c'è bisogno di cercare la saggezza e leggere tra le righe di ciò che è scritto direttamente. Hai scritto “prepararsi alla guerra”? Lascia che si preparino.

“Ma questo è prima dell'arrivo di Pelosi, e questa è una sfida. Non è solo la Cina a sfidare gli Stati Uniti, le autocrazie sono una sfida. Sì, questo è il terzo mondo (guerra – canale 24). Questo probabilmente va già detto Il mondo di oggi, per paura del suo inizio, “è già arrivato a metà”, ha detto il politologo.

Prendete nota! Nancy Pelosi, presidente della Camera degli Stati Uniti Rappresentanti, è prevista una visita a Taiwan. Hanno reagito bruscamente in Cina e hanno persino minacciato una risposta militare.

La Cina è interessata a una Russia indebolita

Inoltre, Nikolai Davydyuk ritiene che la vittoria della Russia non sia del tutto vantaggiosa per la Cina. In effetti, la RPC è più interessata a una Russia indebolita, ai suoi confini deboli e alla possibilità di occupare la Siberia.

La domanda è che in futuro il crollo della Russia potrebbe non essere redditizio per l'Occidente. Perché vogliono prendere questa “carcassa politica” nella lotta contro la Cina. Dobbiamo fare in modo che l'Occidente non ci superi in astuzia, – crede il politologo.

Secondo Davydyuk, bisogna fare ogni sforzo per punire la Russia. Altrimenti, l'evoluzione mondiale si fermerà.

“Putin non è semplicemente partito per l'Iran, sta cercando di cooperare con la Cina e la Corea del Nord. Putin è un puramente terrorista e deve essere fermato e, soprattutto, indebolito . Deve essere deluso dal sangue di questa federazione, dare una crepa affinché cominci a disintegrarsi. E poi sarà almeno un'opportunità per la sicurezza in Europa”, ha spiegato il politologo.

Nikolai Davydyuk sul rischio di una nuova guerra: guarda il video di Canale 24

Il segnale dalla Cina: short

  • Il 22 luglio il Ministero della Difesa giapponese e la CIA hanno annunciato che la minaccia di un attacco della Cina a Taiwan è molto alta.
  • La breve dichiarazione dell'esercito cinese “in preparazione per la guerra” è stato frantumato il giorno prima. La risposta suona preoccupante in mezzo al rischio di un'invasione di Taiwan.
  • Allo stesso tempo, la Cina ha iniziato a condurre esercitazioni navali su larga scala. È allarmante che assomiglino troppo ai preparativi per un'operazione di atterraggio.
Tikhanovskaya ha annunciato la creazione di un governo bielorusso di transizione

proteggere l'indipendenza e la sovranità della Bielorussia; rappresentare gli interessi nazionali; disoccupare effettivamente il paese; ripristinare la legge e l'ordine Read more

Tikhanovskaya ha annunciato la creazione di un governo bielorusso di transizione

proteggere l'indipendenza e la sovranità della Bielorussia; rappresentare gli interessi nazionali; disoccupare effettivamente il paese; ripristinare la legge e l'ordine Read more

Leave a Reply