Arresto del trasporto durante un allarme: KSCA ha spiegato cosa accadrà al pagamento

Interruzione del trasporto durante un allarme: KSCA ha spiegato cosa accadrà con il pagamento

KSCA ha spiegato cosa accadrà al pagamento quando il trasporto si ferma/KSCA

A Kiev, i trasporti pubblici saranno costretti a fermarsi durante un raid aereo. Tuttavia, i passeggeri non pagheranno più la tariffa dopo lo spegnimento delle luci.

ShareFbTwiTelegramViberShareFbTwiTelegramViber

Dopo un allarme, le persone dovrebbero lasciare il trasporto e trovare il rifugio più vicino. Questo è necessario per la sicurezza.

Come accadrà tutto

  1. I tram porteranno i passeggeri alla fermata più vicina, autobus e filobus – alle fermate più vicine o all'allargamento della carreggiata – “tasche”.
  2. Allo spegnimento delle luci, l'autista attenderà i passeggeri per altri 10 minuti. Le persone che non hanno tempo per tornare al veicolo potranno utilizzare quanto segue.

In entrambi i casi non dovresti pagare nuovamente la tariffa. I controllori ne saranno consapevoli e forniranno le istruzioni appropriate.

L'amministrazione statale della città di Kiev ha esortato i vettori privati ​​a rispettare le norme di sicurezza, a non trascurare l'allarme e anche a contare la tariffa prepagata per i passeggeri dopo il ripresa del traffico.

Attenzione! Anche la metropolitana è chiusa durante l'allarme. Così era prima. Non trasporterà e non fermerà il funzionamento di stazioni di tipo aperto.

Potrebbe interessare: la minaccia per Kiev esiste ancora, Krivonos ha valutato i rischi dalla Bielorussia: video

Di quali altre armi “invisibili”, oltre all'HIMARS, le Forze Armate hanno bisogno per vincere

Per sconfiggere i russi, l'Ucraina non ha bisogno solo di armi pesanti/Collage di Channel 24In un momento in cui abbiamo Read more

A Energodar si sentono esplosioni: il sindaco si è rivolto ai cittadini

I cittadini di Energodar sono stati invitati a rimanere al sicuro posti. Si sentono esplosioni in città.ShareFbTwiTwiTelegramViberShareFbTwiTwiTelegramViberLo ha annunciato il Read more

Leave a Reply