Gli Stati Uniti hanno assicurato di non sostenere l'indipendenza di Taiwan e di non voler entrare in conflitto con la Cina

Gli Stati Uniti hanno assicurato che non supportano l'indipendenza di Taiwan e non vogliono entrare in conflitto con la Cina

Kirby ha assicurato che gli Stati Uniti non supportano l'indipendenza di Taiwan/Channel 24 Collage< p _ngcontent-sc85= "" class="news-annotation">Durante la visita a Taiwan del presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi, Washington ha confermato ancora una volta di non sostenere indipendenza dell'isola. Allo stesso tempo, sottolineano che il politico aveva tutti i diritti per questo viaggio.

ShareFbTwiTelegramViberShareFbTwiTelegramViber

Lo ha affermato il portavoce del Pentagono John Kirby durante un briefing alla Casa Bianca. Ha sottolineato che la visita di Nancy Pelosi a Taiwan è in linea con tutti i comunicati e, in particolare, con il Taiwan Relations Act del 1979. h2>

John Kirby ha sottolineato che la visita di Pelosi a Taiwan non è il primo viaggio di un oratore del Camera dei rappresentanti dell'isola. Inoltre, i membri del congresso visitano Taiwan ogni anno. Gli Stati Uniti stanno facendo tutto il necessario per garantire la sicurezza di tali visite, compreso il viaggio di Nancy Pelosi.

Il portavoce del Pentagono ha anche osservato che la visita di Pelosi non cambia in alcun modo i rapporti tra Washington e Pechino, e la posizione su Taiwan rimane invariata.p>

Inoltre, il portavoce del Pentagono ha sottolineato che gli Stati Uniti non intendono entrare in conflitto con Cina. Washington ne ha parlato con Pechino ai massimi livelli, anche a livello di leader. Tuttavia, gli Stati Uniti forniranno supporto difensivo a Taiwan perché vuole mantenere la pace e la stabilità.

Kirby ha sottolineato che gli Stati Uniti sono impegnati a mantenere il dialogo, ma tutto dipenderà da come si comporterà la Cina nei prossimi giorni.

Visita di Pelosi a Taiwan: l'importante

Casa 2 agosto La speaker Nancy Pelosi è sbarcata a Taipei. Ha una serie di incontri in programma per il 3 agosto con le autorità dell'isola.

Il ministero degli Esteri cinese ha condannato la visita di Pelosi e l'ha definita un'ingerenza statunitense nelle “questioni interne” del Paese perché Pechino considera Taiwan il suo territorio. La stessa Pelosi ha sottolineato che la sua visita non contraddice le relazioni con la Cina, e ora il suo arrivo dimostra sostegno allo status quo di Taiwan e al fatto che gli Stati Uniti non supportano i tentativi di cambiare questo status unilateralmente.

Quindi La Cina ha annunciato lo svolgimento di esercitazioni su larga scala intorno a Taiwan: le manovre militari si terranno in 6 aree di mare per 3 giorni, per le quali lo spazio aereo e marittimo sarà chiuso. Il giornalista cinese Hu Xijin ha infatti annunciato l'intenzione di invadere l'isola, definendo l'obiettivo degli “esercizi” “la riunificazione della Cina”.

Tikhanovskaya ha annunciato la creazione di un governo bielorusso di transizione

proteggere l'indipendenza e la sovranità della Bielorussia; rappresentare gli interessi nazionali; disoccupare effettivamente il paese; ripristinare la legge e l'ordine Read more

Tikhanovskaya ha annunciato la creazione di un governo bielorusso di transizione

proteggere l'indipendenza e la sovranità della Bielorussia; rappresentare gli interessi nazionali; disoccupare effettivamente il paese; ripristinare la legge e l'ordine Read more

Leave a Reply