Il mondo si trova di fronte a una scelta tra autocrazia e democrazia: la forte dichiarazione di Pelosi all'arrivo a Taiwan

Il mondo deve scegliere tra autocrazia e democrazia: la forte dichiarazione di Pelosi all'arrivo a Taiwan

Pelosi ha sottolineato che la solidarietà dell'America con 23 milioni di persone Taiwan è “importante oggi più che mai”.

L'oratrice della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi è arrivata a Taiwan nonostante le minacce cinesi di rappresaglia per la visita.

Pelosi e la delegazione del Congresso che l'ha accompagnata hanno affermato che la visita è stata una testimonianza “dell'impegno incessante dell'America nel sostenere la democrazia di Taiwan”. Rapporti della CNN.

“Le nostre conversazioni con la leadership di Taiwan si concentreranno sulla riaffermazione del sostegno del nostro partner e sulla promozione dei nostri interessi comuni, in particolare sulla promozione di una regione Indiano-Pacifica libera e aperta”, il ha affermato il presidente della Camera dei rappresentanti in una nota.

Pelosi ha sottolineato che la solidarietà dell'America con i 23 milioni di abitanti di Taiwan “è più importante che mai oggi, poiché il mondo deve affrontare una scelta tra autocrazia e democrazia“.

Allo stesso tempo, ha assicurato che la visita “non contraddice in alcun modo la precedente politica degli Stati Uniti, che è guidata dal Taiwan Relations Act del 1979, dai Comunicati congiunti USA-Cina e dalle Sei garanzie”.

A sua volta, la Cina , che considera Taiwan suo territorio, ha più volte messo in guardia sulla vendetta in caso di visita di Pelosi, affermando che i suoi militari “non starà a guardare”.

Anche prima che Pelosi lasciasse la passerella, il ministero degli Esteri cinese ha rilasciato una dichiarazione feroce: “La Cina si oppone fermamente alle mosse secessioniste per l'”indipendenza di Taiwan” “e alle interferenze di forze esterne”, ha affermato Hua Chunying, portavoce del ministero.

Ha esortato Washington “a rinunciare a qualsiasi tentativo di giocare la carta di Taiwan”. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese ha aggiunto che la visita di Pelosi a Taiwan costituisce una grave violazione della sovranità e dell'integrità territoriale della Cina.

Secondo lui, la visita di Pelosi “mina la pace e la stabilità nella regione e invia il segnale sbagliato al forze separatiste”. La Cina, in risposta alla visita di Pelosi, promette di “prendere tutte le misure per proteggere la sovranità e l'integrità territoriale”.

“Questi movimenti, come giocare con il fuoco, sono estremamente pericolosi. < strong>Chi gioca con il fuoco, ucciderà“, si legge nel comunicato.

Ricordiamo che un aereo con Nancy Pelosi è atterrato a Taiwan.

I tentativi della Russia di ricollegare la centrale nucleare di Zaporizhzhya indicano che non hanno intenzione di farla esplodere, – scienziato politico

Il rischio di indebolire lo ZNPP è estremamente basso, perché gli occupanti vogliono rubare l'elettricità/Collage a 24 canaliIl combattimento non Read more

I tentativi della Russia di ricollegare la centrale nucleare di Zaporizhzhya indicano che non hanno intenzione di farla esplodere, – scienziato politico

Il rischio di indebolire lo ZNPP è estremamente basso, perché gli occupanti vogliono rubare l'elettricità/collage 24 channelIl combattimento non è Read more

Leave a Reply