L'isteria dell'agenda e i bot: come la propaganda russa sta cercando di interrompere la mobilitazione in Ucraina

L'isteria dell'agenda e i robot: come la propaganda russa sta cercando di interrompere la mobilitazione in Ucraina

La propaganda russa sta cercando di interrompere la mobilitazione in Ucraina/Channel 24 Collage

Operazioni speciali di informazione volte a screditare e interrompere le misure di mobilitazione in Ucraina, i russi hanno iniziato a mettere in atto durante l'aggressione ibrida nel 2014.

ShareFbTwiTelegramViberShareFbTwiTelegramViber

Il Centro per le comunicazioni strategiche e la sicurezza delle informazioni ha raccontato a Canale 24 come è cambiata la situazione quando è stata annunciata la mobilitazione generale in Ucraina.

I russi hanno iniziato a preparare il terreno per interrompere la mobilitazione anche durante l'ATO

Così, nel 2014, i servizi speciali nemici hanno organizzato eventi attivi tradizionali, in particolare raduni di mogli e madri e picchetti contro la guerra. Il Cremlino ha cercato attraverso canali di propaganda di creare terreno per divisioni nella società ucraina al fine di creare sfiducia nella leadership politico-militare del paese.

Nei social network, le chiamate sono state attivamente disperse per inviare in prima linea deputati del popolo, figli di funzionari di alto rango come parte del “Battaglione maggiore”, tutti gli agenti di polizia, i pubblici ministeri, i funzionari delle tasse e gli ufficiali della SBU (dopotutto, in Ucraina ” non è una guerra, ma un'operazione antiterroristica”) e simili.

Nel 2016-2021 la mobilitazione non è stata effettuata in Ucraina, unità delle Forze armate e della Guardia nazionale ucraina, esibendosi i compiti nell'area ATO/JFO, erano equipaggiati con soldati a contratto.

Il 24 febbraio la situazione è cambiata. Il primo giorno dell'invasione su vasta scala, il presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky ha firmato un decreto sulla mobilitazione generale. Quasi contemporaneamente, è iniziata la campagna di propaganda russa per interromperla.

Le narrazioni chiave contro la mobilitazione

  • l'età per le strade, in trasporto, nei negozi, al lavoro;
  • dopo la consegna della citazione, i mobilitati senza preparazione e visita medica sono inviati in prima linea, i mobilitati – “carne da cannone”;
  • solo di lingua russa/solo di lingua ucraina, solo persone dell'est dell'Ucraina (mentre gli “occidentali” si stanno “raffreddando”)/solo residenti dell'ovest (mentre gli “orientali” stanno fuggendo in Occidente o all'estero) combattono ; , si mobilitano solo i poveri (opzione: i residenti urbani evitano la mobilitazione, i contadini sono “presi da interi villaggi”);
  • il nemico è più forte, la resistenza non ha senso;
  • la registrazione militare delle donne prepara ad una mobilitazione totale;
  • gli uomini in età militare dovrebbero essere rilasciati all'estero: il divieto distrugge le famiglie e danneggia l'economia;
  • la mobilitazione può essere evitata attraverso vari “schemi” di andare all'estero.

Tutti ciò riflette la situazione della mobilitazione forzata nei territori occupati delle regioni di Donetsk e Luhansk e l'atteggiamento del comando russo nei confronti dei “mobiles”. Narrazioni simili giocano anche sui traumi storici degli ucraini (la mobilitazione delle luci nere durante la seconda guerra mondiale).

Lo scopo della diffusione di queste narrazioni è:

  • seminare dubbi sulla legittimità della mobilitazione generale;
  • assicurare agli ucraini la selettività e, quindi, l'ingiustizia della mobilitazione ;
  • normalizzare diverse pratiche per evitare la mobilitazione;
  • far esplodere il livello di fiducia nelle forze armate ucraine.

L'isteria dell'agenda nei canali di telegramma

La “caccia” ai coscritti è coperta dai canali tematici dei telegrammi. In questo modo: “Harkov sta consegnando la citazione” (oltre 70mila abbonati), “Dove sono consegnate le citazioni? Lviv e regione di Lviv” (39mila), “Dnepr sta consegnando la citazione” (29,5mila) e altri.

Nella descrizione dei canali, viene spesso indicato che lo scopo della loro creazione è “impedire la consegna inappropriata di citazioni”, che si inserisce nella narrativa sull'”illegalità” e “ingiustizia” della mobilitazione. Allo stesso tempo, gli amministratori assicurano che non hanno alcuno scopo per interrompere la mobilitazione.

Cosa c'è che non va in questi canali

I loghi dei canali vengono creati in base a un unico modello. I canali vengono riempiti pubblicando i messaggi ricevuti dal bot dagli iscritti. Nella maggior parte dei casi si tratta solo di sms, spesso accompagnati da richiami alla “attenzione”. “Pubblico” si è assicurato che gli amministratori del canale non controllassero le informazioni degli iscritti.

Alla domanda se gli amministratori del canale svolgono i compiti dei curatori russi o “esaltano” su un argomento caldo per aumentare il loro pubblico, i servizi speciali dovrebbero rispondere.< /p>

In ogni caso, questi canali promuovono narrazioni vantaggiose per la Russia.

Video demotivanti

Un altro strumento per minare la fiducia nella leadership politico-militare, demoralizzare e interrompere la mobilitazione è la distribuzione di messaggi video da unità che hanno lasciato le loro posizioni. Di norma, si tratta di unità di difesa territoriale schierate dalle loro regioni nel Donbass.

Video simili sono stati registrati da gruppi di militari della 101a, 110a, 115a brigata, del 1o e 56o battaglione di fucilieri, della 71a brigata Jaeger, nonché dai loro parenti.

La struttura e i messaggi di questi messaggi video corrispondono alle raccomandazioni distribuite dai russi nella zona di guerra. Come “correttamente” lasciare le posizioni ed eludere le responsabilità viene regolarmente raccontato in onda dalla radio Pobeda e da altre radio nemiche.

Appelli per l'”apertura delle frontiere”

Con la dichiarazione della legge marziale in Ucraina sono state imposte restrizioni all'attraversamento del confine di stato per i soggetti obbligati al servizio militare. Gli uomini in età militare hanno il diritto di lasciare il Paese solo in determinati casi.

I messaggi sulla “fuga di massa” degli uomini ucraini all'estero vengono diffusi attraverso i social network e la rete dei canali filo-Cremlino Telegram, che dovrebbe demoralizzare coloro che rimangono. Parallelamente, vengono promosse idee di ingiustizia e restrizioni non necessarie, poiché “violano i diritti costituzionali”, danneggiano l'economia e “distruggono le famiglie”.

I rapporti delle forze dell'ordine ucraine su uomini detenuti mentre tentavano di attraversare illegalmente il confine, così come sui “schemi” smascherati di attraversare i canali russi, vengono coperti dai canali russi come prova del “fallimento della mobilitazione”. Particolare attenzione da parte dei propagandisti è stata attratta dagli uomini che hanno cercato di lasciare l'Ucraina, spacciandosi per donne.

È stato sviluppato il tema degli uomini ucraini travestiti da donna: i propagandisti hanno affermato che gli occupanti avrebbero catturato i difensori travestiti di Mariupol e hanno anche prefigurato l '”opzione Kerensky” per Zelensky. La diffusione di insinuazioni sulla fuga da Pietrogrado del capo del governo provvisorio in abito da donna può essere considerata una delle prime campagne di successo dei bolscevichi per compromettere un avversario. Con la diffusione della sottocultura carceraria nella Russia moderna, un tale rimprovero è anche un modo per umiliare (“abbassare”) il nemico.

I social network sono pieni di pubblicità mirata sul “valico legale del confine” per gli uomini . Si tratta sia dell'organizzazione del viaggio secondo lo “schema studentesco”, sia della vera e propria frode. Il livello di coinvolgimento dei servizi speciali russi in questo dovrebbe essere valutato da specialisti informatici dei servizi speciali ucraini.

Quali sono gli obiettivi dei russi:

  • complicare e il rallentamento del rifornimento del personale delle Forze armate ucraine e di altri componenti delle forze di difesa ucraine, che è fondamentale nel contesto della strategia di guerra di logoramento scelta dai russi;
  • aumento dell'anti- sentimento del governo; destabilizzazione della situazione socio-politica;
  • screditare le forze armate ucraine;
  • demoralizzazione degli ucraini; crescenti livelli di sfiducia nella società.
Il nemico sta cercando di riprendere l'offensiva su Peski, i combattimenti continuano

L'esercito ucraino continua a distruggere il nemico/Collage di Channel 24 proteggere l'Ucraina dagli invasori. Il nemico cerca di riprendere le Read more

Arestovich ha annunciato il numero di aerei nemici con base a “Saki” al momento dell'esplosione

C'erano dozzine di aerei all'aeroporto di Saki/collage di Channel 24Il 9 agosto si è sentita una serie di esplosioni nella Read more

Leave a Reply