Zhdanov ha spiegato perché la Russia ha riconosciuto il reggimento di Prokopenko come “organizzazione terroristica”

Zhdanov ha spiegato perché la Russia ha riconosciuto il reggimento di Prokopenko come 'organizzazione terroristica'

Zhdanov sui motivi per riconoscere i difensori del Mariupol come “organizzazione terroristica”/Channel 24 Collage

ShareFbTwiTelegramViberShareFbTwiTelegramViber

Apparentemente, il tribunale russo ha preso una decisione del genere specificamente per non scambiare eroi ucraini. Oleg Zhdanov, un esperto militare, ne ha parlato a canale 24.

Secondo lui, in questo modo i russi hanno ricevuto il diritto legale di giudicare i soldati del reggimento. Sebbene i difensori di Mariupol si trovino in territorio illegale, è occupato dalle truppe russe, quindi possono iniziare a essere trasportati in territorio russo. In questo caso, non rientreranno nello scambio di prigionieri di guerra.

La Russia utilizza il diritto interno, ha cancellato la presunzione del diritto internazionale e posto il diritto interno al di sopra del diritto internazionale. Pertanto, qui, purtroppo, è molto più difficile per noi discutere con loro”, ha spiegato Zhdanov.

Ha aggiunto che, nel frattempo, le organizzazioni internazionali continuano a esprimere la loro preoccupazione e non capiscono cosa fare dopo . Nessuno di loro vuole assumersi la responsabilità per compiere almeno alcuni passi per risolvere questo problema.

Cosa si sa della tragedia di Yelenovka: brevemente

Leave a Reply