“La Russia protegge tutti”: il Cremlino ha pubblicato un nuovo manuale per i media

"La Russia protegge tutti": il Cremlino ha pubblicato un nuovo manuale per i media

Il Cremlino ha pubblicato un nuovo manuale per i propagandisti/Collage 24 channel

Non è un segreto che i propagandisti del Cremlino lavorino secondo manuali speciali che spiegano come dovrebbero coprire la guerra contro l'Ucraina. L'amministrazione di Putin ha emesso un'altra “istruzione” di questo tipo entro il 1 agosto.

ShareFbTwiTelegramViberShareFbTwiTwiTelegramViber

Il testo della nuova metodologia è stato pubblicato sul sito web di uno dei cosiddetti media russi “liberali”. Confronta l'aggressiva invasione del nostro stato da parte del paese aggressore con gli eventi della prima guerra mondiale.

Contenuto del nuovo manuale del Cremlino

La tesi principale della nuova istruzione per i propagandisti è semplice: nel 20° secolo e ora la Russia sembra essere “impegnata in uno scontro militare” dai paesi occidentali. Si noti che gli stati occidentali presumibilmente scatenano costantemente guerre per realizzare le proprie “rivendicazioni coloniali” e la povera Russia “è costretta a partecipare perché difende i popoli fraterni” e “non abbandona le sue possedere”. Ad esempio, viene dato l'”aiuto” russo alla Serbia nel 1914.

Allo stesso tempo, le istruzioni definiscono la guerra contro l'Ucraina una “crisi ucraina moderna”. I propagandisti dovrebbero considerare Maidan e gli eventi nel Donbas come la fonte di questa “crisi”.

“I residenti di un certo numero di regioni che sono rimasti di lingua russa e per questo sono perseguitati dai radicali ucraini e le autorità ufficiali di Kiev non erano d'accordo con il colpo di stato e la prospettiva di vivere in uno stato ucraino ostile ai russi. La Crimea ha dichiarato il suo desiderio di diventano parte della Russia e l'ex regione di Donetsk e Lugansk hanno dichiarato l'indipendenza. In tal modo, hanno realizzato il diritto internazionale delle nazioni all'autodeterminazione”, nella metodologia vengono affermate narrazioni da una sorta di realtà parallela.

Il testo scritto dal Cremlino consiglia vivamente ai propagandisti di dire al loro pubblico che dopo il 2014 i paesi dell'Occidente avrebbero deciso di “sponsorizzare la coltivazione in Ucraina con l'aiuto di un'ideologia misantropica e russofobia di diverse generazioni persone che odiano la Russia e sono pronte a uccidere i russi “.

Allo stesso tempo, il ruolo della Russia, secondo il manuale, è esclusivamente “pacifico” In particolare, si dice che il paese aggressore avrebbe cercato in tutti i modi di “porre fine al conflitto”, ma gli Stati Uniti maleducati avrebbero “messo l'Ucraina in prima linea” nell'affrontare l'Occidente e la Russia.

< p>A proposito, alla fine dell'istruzione, somiglia generalmente ad alcune note di un pazzo.Si sottolinea che nel prossimo futuro il mondo si svilupperà “tendenza antiamericana”, e presto gli Stati Uniti non riusciranno più a trovare un solo alleato militare o commerciale.

Aggiungiamo che una delle tesi del manuale di addestramento supera semplicemente il livello massimo di cinismo .

“La Russia (con un'invasione su vasta scala dell'Ucraina – ed. canale 24) difende non solo il suo interessi, la sua unicità come civiltà, ma anche i diritti di altri paesi sull'unicità, il rispetto in un mondo multipolare, il Cremlino impone ai propagandisti.

Sullo sfondo di tutto questo attraverso lo specchio, ricordiamo che la Russia sta commettendo un genocidio degli ucraini e ha invaso il nostro stato il 24 febbraio 2022 su vasta scala, dichiarandoci guerra dal 2014. Il paese aggressore continua a bombardare l'Ucraina con razzi e proiettili vietati da tutte le convenzioni internazionali, torturando, stuprando e uccidendo la popolazione civile. La Russia ha occupato temporaneamente i territori di uno stato sovrano e indipendente, violando tutte le leggi e i costumi e guerre.

Ogni “Calibro” abbattuto è vite salvate: la cosa principale dall'indirizzo di Zelensky per l'8 agosto

Zelensky si è rivolto agli ucraini/OPVladimir Zelensky ha affermato che dopo la guerra non ci dovrebbero essere conflitti fumanti o Read more

Leave a Reply