È bello che in tempi difficili le persone abbiano umanità: uno sfollato di Mariupol sull'aiuto a Zaporozhye

È bello che le persone abbiano umanità nei momenti difficili: uno sfollato di Mariupol per chiedere aiuto a Zaporozhye

Uno sfollato ha parlato dell'umanità degli ucraini/Collage di Channel 24

Durante la guerra con i russi, gli ucraini hanno mostrato un'incredibile solidarietà. Ci siamo mobilitati di fronte al pericolo e abbiamo mostrato la nostra disponibilità ad aiutare tutti i bisognosi.

ShareFbTwiTelegramViberShareFbTwiTelegramViber

Irina Derevianko ha lavorato alla Mariupol State University, con la quale è stata costretta a trasferirsi a Kiev dopo l'attacco degli infedeli russi. In un'intervista al progetto SVOI, la donna ha parlato dell'incredibile sostegno ricevuto dagli ucraini quando è fuggita dall'occupazione.

L'umanità degli ucraini

Dopo che Irina è riuscita a fuggire dal Mariupol bloccato, è finita a Zaporozhye. L'arrivo in città sembrava in ritardo, quindi i suoi colleghi dell'università, che sono riusciti a partire prima, e i volontari stavano cercando un alloggio temporaneo.

“Il corriere che ci ha accompagnato ha chiamato la volontaria e lei ci ha sistemato in un ostello. L'ho vista per la prima volta in circa 2 giorni. Le ho parlato. Lei, la signora Yulia, è una persona così aperta. Le ho anche raccontato la mia storia”, ha detto Irina.

La donna è rimasta sbalordita dal modo in cui i volontari erano ben coordinati, da come hanno aiutato a spostare le cose, a cercare autobus per l'evacuazione, a fornire assistenza umanitaria e pieno supporto, qualunque fosse il problema.

È stato molto bello. Non so come trasmetterlo. Tale sincerità, cordialità delle persone verso gli altri. Non vedi persone così tutti i giorni. Ed è molto bello che in un momento così difficile le persone abbiano umanità, – ha detto Irina.

Ogni “Calibro” abbattuto è vite salvate: la cosa principale dall'indirizzo di Zelensky per l'8 agosto

Zelensky si è rivolto agli ucraini/OPVladimir Zelensky ha affermato che dopo la guerra non ci dovrebbero essere conflitti fumanti o Read more

Leave a Reply