I residenti dei territori occupati sono persone di serie B: ha rilasciato una dichiarazione il propagandista russo

Residenti dei territori occupati e persone di seconda classe: il propagandista russo ha rilasciato una dichiarazione

I militari russi umiliano i residenti del Donbass/Shutterstock

Gli ufficiali regolari delle truppe d'informazione russe continuano a trasmettere molte narrazioni scritte dal Cremlino, ma in alcuni luoghi tutti i loro tentativi di influenzare gli abitanti delle semirepubbliche e dei territori appena occupati si rivelano vani. Dopotutto, l'immagine in TV e i post sui social network sono troppo diversi dalla realtà.

Residenti dei territori occupati – persone di seconda classe: il propagandista russo ha rilasciato una dichiarazione

4 minuti Condividi

Abitanti di i territori occupati – popolo di seconda classe: il propagandista russo si è segnato con la frase

FB

Residenti dei territori occupati – gente di seconda classe: il propagandista russo ha rilasciato una dichiarazione

Due

Abitanti di i territori occupati – popolo di seconda classe: il propagandista russo ha rilasciato una dichiarazione

Telegramma

Abitanti di i Territori occupati – popolo di seconda classe: il propagandista russo si è segnato con una dichiarazione -vtorogo-sorta-rossijskij-propagandist-otmetilsja-zajavleniem-2fb07a6.jpg

Fb

Abitanti di i territori occupati – popolo di seconda classe: il propagandista russo si è segnato con la frase

Twi

Residenti dei territori occupati – persone di seconda classe: il propagandista russo ha rilasciato una dichiarazione

Telegramma

Abitanti di i territori occupati – popolo di seconda classe: il propagandista russo ha rilasciato una dichiarazione

Viber

Secondo canale 24 fonti nei servizi speciali ucraini, i residenti degli insediamenti recentemente catturati nelle regioni di Donetsk e Lugansk, che per un motivo o per l'altro sono rimasti a casa, molto spesso capiscono che è stata la Russia a uccidere decine di migliaia di persone a causa del capriccio di Putin e del comando criminale. Inoltre, una certa intuizione sta prendendo piede anche nei cosiddetti “DPR” e “LPR”. Migliorare la vita”. Tuttavia, in realtà, a tutti viene detto che non ci sarà ripresa e gli uomini vengono mobilitati con la forza e mandati in guerra.

La Russia odia gli abitanti del Donbass, ma lo nasconde

  • Naturalmente, nessuno di coloro che sono stati mobilitati con la forza negli insediamenti appena formati vuole morire per il bene di conquistare altri territori, soprattutto dopo che la Russia ha distrutto i loro città natale.
  • Inoltre, anche i residenti delle quasi-repubbliche non sono pronti per andare in battaglia, cosa che in alcuni luoghi hanno il coraggio di dichiarare direttamente nei loro messaggi video.
  • Tuttavia, qualsiasi manifestazione di malcontento tra gli abitanti dei cosiddetti “DPR” e “LPR” provoca un'incredibile rabbia tra gli invasori russi. Compresi i propagandisti, che possono essere rimproverati dal comando per un lavoro mal fatto.
  • I normali militari russi non capiscono davvero perché, dopo 8 anni di elaborazione di falsi e storie su “DSU che martellano i bambas”, i residenti del Donbass e della regione di Lugansk non vogliono essere “carne da cannone”.
  • Quanto ai propagandisti, sentono la loro insignificanza, perché non possono rompere l'atteggiamento delle persone nei confronti del quadro reale della vita.
Dopo che i militanti mobilitati della LPR hanno cercato di evitare la loro partecipazione alla guerra per la cattura della regione di Donetsk, il comando delle forze di occupazione ha deciso di attuare una serie di misure punitive. Rendendosi conto che tali “rivolte” avrebbero continuato a verificarsi, i generali hanno ordinato di fare tutto il necessario per impedire che tali video entrino in rete.

Allo stesso tempo, gli ufficiali di medio livello hanno deciso di vendicarsi dei mobilitati che sono sfuggiti al controllo. Allo stesso tempo, l'esercito russo non ha nascosto il fatto che trattano i “cittadini” della “LPR” e della “LPR” come cittadini di seconda classe, ma ha subito corretto

“guerriero dell'informazione” russo Romanov ha reagito all'apparizione di “tradimento” in modo così emotivo che “si è tolto la maschera” di un amante del Donbass. Nel suo canale telegramma, non ha raccolto parole e ha chiamato gli abitanti della quasi repubblica “Khokhls”. Successivamente, il propagandista si è reso conto di aver commesso un errore e ha persino cercato di correggerlo.

Abitanti di i territori occupati – persone di seconda classe: il propagandista russo è stato notato dalla dichiarazione

I russi trattano con odio gli abitanti del “DPR” e “LPR”/Screenshot dal propagandista russo telegram

Tuttavia, molti fan della “mira russa” dall'est dell'Ucraina si sono resi conto che non saranno mai trattati alla pari. In effetti, nella comprensione degli occupanti, i traditori del nostro stato non possono essere “russi a tutti gli effetti” e, nonostante abbiano cambiato bandiera, rimangono ucraini nei loro cuori per gli occupanti.

Nessuno nasconde un simile atteggiamento nei confronti della gente del posto. Né il comando, né il personale militare ordinario. Inoltre, alcuni russi dicono ai militanti del Donbass che è grazie a loro che Mosca è entrata in questa guerra e la perderà. Infatti, a loro avviso, il “conflitto civile” dovrebbe essere risolto dagli stessi “DPR” e “LPR”.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply