Pochi giorni prima dell'invasione, i ministri del G7 hanno affermato di non credere in una grande guerra: Kuleba

Pochi giorni prima dell'invasione, i ministri del G7 hanno affermato di non credere in una grande guerra , – Kuleba

Alla conferenza di Monaco del 19 febbraio, i ministri del G7 hanno affermato che ci sarebbe stato no guerra. Hanno affermato di avere le proprie valutazioni.

Pertanto, i tentativi ora di costruire una matrice tale che tutti credessero in una cosa, ma l'Ucraina no, sono falsi. Lo ha affermato il ministro degli Esteri Dmytro Kuleba in onda sul telethon nazionale, informa Channel 24.

Non tutti credevano in una grande guerra in Ucraina

< p>Come ha detto Kuleba, il 19 febbraio, insieme al presidente Volodymyr Zelensky, hanno partecipato alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco. Ha partecipato alla riunione dei ministri degli Esteri del G7.

Quindi molti di loro sono venuti da me e mi hanno detto tranquillamente all'orecchio che non hai fretta, abbiamo le nostre valutazioni, non pensiamo che ci sarà una grande guerra. Pertanto, questi tentativi ora di costruire una matrice tale che tutti credessero in una cosa, e solo l'Ucraina non credeva in qualcosa, sono falsi. In realtà, non esisteva una cosa del genere. È solo che la nostra responsabilità era molto più alta”, ha affermato Kuleba.

Inoltre, all'inizio dell'autunno del 2021, l'Ucraina ha iniziato a ricevere dati dagli Stati Uniti, ma non erano completi. Allo stesso tempo, le autorità li hanno presi molto sul serio.

“Sì, non abbiamo rilasciato commenti. Ma poi il Presidente mi ha incaricato di sviluppare un piano completo di azioni che stiamo intraprendendo. E siamo usciti con quello che in seguito è stato chiamato un pacchetto di contenimento a tre livelli. Diplomazia attiva, de -escalation, preparazione di sanzioni e fornitura di armi”, ha osservato il ministro.

Kuleba ha sottolineato che quando qualcuno dice che le autorità ucraine hanno ignorato e non si sono preparate, questa è manipolazione e tiraggio individuale fatti fuori contesto.

Alza le mie dichiarazioni pubbliche. Quello che ha detto il presidente quando ha detto che le sanzioni dovrebbero essere introdotte prima dell'invasione, non dopo di essa. E vedrai che avevamo informazioni limitate, ma le abbiamo prese sul serio e abbiamo lavorato sulla via diplomatica proprio per prevenire una guerra e rafforzare l'Ucraina in caso di invasione”, ha sottolineato il ministro.

Zelensky ha spiegato perché gli ucraini non hanno avvertito della guerra

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che l'Ucraina conosceva i piani dei russi e si era preparata con cura per affrontarli. Allo stesso tempo, era estremamente importante evitare il panico generale, che sarebbe stato un dono per il nemico. Inoltre, l'economia è stata duramente colpita anche prima che gli occupanti attaccassero.

“Se avessimo denunciato questo – e questo è stato voluto da alcune persone di cui non farò il nome – avremmo perso 7 miliardi di dollari un mese dallo scorso ottobre, e nel momento in cui i russi hanno davvero attaccato, ci avrebbero catturato in tre giorni”, ha detto Zelensky.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply