Il presidente serbo esclude il riconoscimento del Kosovo

Il presidente serbo esclude il riconoscimento del Kosovo

Il presidente serbo Aleksandar Vucic non vuole nemmeno sentire il riconoscimento del Kosovo. Ma ha esortato a parlare del futuro della Serbia.

Ha fatto una tale dichiarazione durante un incontro con il Rappresentante speciale dell'UE per il dialogo tra Belgrado e Pristina e altre questioni regionali dei Balcani occidentali, Miroslav Lajcak.

< p>Inoltre, all'incontro hanno partecipato i consulenti per la politica estera e di sicurezza di Francia e Germania. L'insegnante ha notato che i rappresentanti dell'UE, della Germania e della Francia sono sempre pronti per soluzioni di compromesso.

Parla del futuro della Serbia e non ci sarà alcun riconoscimento del Kosovo, ” ha scritto dopo l'incontro.< /p>

Presidente serbo durante l'incontro/Foto Instagram di Aleksandar Vučić

Quello che dovresti sapere sul Kosovo e sul suo conflitto con la Serbia

Il Kosovo è una regione della Serbiaabitato da albanesi. Nel 1991, il distretto ha dichiarato l'indipendenza. Le autorità dell'allora Jugoslavia introdussero unità di potenza nel territorio del Kosovo. All'inizio era un'operazione speciale, ma nel 1998 è iniziata la pulizia etnica nella regione, i serbi hanno distrutto gli albanesi. Pertanto, nel 1999, la NATO ha bombardato le grandi città serbe, in particolare la capitale Belgrado. Successivamente, le truppe sono state ritirate dal Kosovo e la regione è passata sotto il controllo delle forze di pace delle Nazioni Unite.

Nel 2008, il parlamento del Kosovo ha dichiarato la piena indipendenza dalla Serbia, che non ha mai riconosciuto tale indipendenza. Oggi, secondo la Costituzione della Serbia, il Kosovo ne fa parte ed è chiamato Provincia Autonoma del Kosovo e Metohija. Di fatto, la regione non è controllata da Belgrado e non è subordinata alla Serbia. Il paese è stato riconosciuto da circa 100 paesi del mondo. La Serbia non riconosce l'indipendenza del Kosovo, proprio come l'Ucraina.

Come è quasi scoppiato un nuovo conflitto

A fine luglio, un nuovo conflitto potrebbe divampare nella regione. Il fatto è che la Serbia non ha consentito l'ingresso nel Paese di auto con targa del Kosovo da molto tempo. Hanno deciso di fare lo stesso passo in Kosovo, ma ai serbi non è piaciuto e hanno iniziato a parlare di violazione dei loro diritti.

Già il 31 luglio si sono sentiti degli spari al confine e sono suonate le sirene nelle province del Kosovo al confine con la Serbia. Il presidente serbo Aleksandar Vučić ha avvertito che il suo paese non avrebbe capitolato.

Il 27 agosto Serbia e Kosovo sono riusciti a raggiungere accordi su targhe e documenti di ingresso-uscita. Allo stesso tempo, la Serbia era pronta a fare concessioni alle autorità del Kosovo, ma chiedeva garanzie all'UE.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply