La Polonia ha ricordato alla Germania le riparazioni di guerra non pagate e ha accennato alla Russia sulla responsabilità dell'aggressione dell'URSS

La Polonia ha ricordato alla Germania le riparazioni di guerra non pagate e ha accennato alla Russia sulla responsabilità dell'aggressione dell'URSS

Il Sejm polacco ha adottato una risoluzione chiedendo il risarcimento del danno, inflitto dalla Germania durante la seconda guerra mondiale, ed esprime pretese alla Russia come successore legale dell'Unione Sovietica.

Mercoledì 14 settembre, il Sejm polacco ha adottato una risoluzione per risarcire la Polonia per i danni causati dalla Germania durante la seconda guerra mondiale. Il documento afferma che lo stato polacco non ha mai abbandonato le sue pretese contro lo stato tedesco e che il Sejm chiede al governo tedesco di assumersi “responsabilità politica, storica, legale e finanziaria” per tutte le conseguenze causate dallo scoppio della seconda guerra mondiale.

< p>Lo riporta il canale televisivo polacco tvn24.

418 deputati hanno votato a favore della relativa delibera, quattro hanno votato contro, 15 deputati si sono astenuti. Prima della votazione è stato adottato un emendamento per sostituire la parola “riparazione” con “compensazione” nel testo della delibera.

Durante i lavori in commissione è stata inoltre aggiunta alla bozza di risoluzione una disposizione che La Polonia non ha ricevuto un'adeguata compensazione finanziaria e risarcimenti di guerra per i danni causati durante la seconda guerra mondiale a seguito dell'aggressione dell'URSS.

“L'aggressione tedesca, l'occupazione della Polonia da parte della Germania e il sistematico genocidio hanno causato gravi danni, sofferenze, nonché perdite materiali e immateriali. La crudeltà dell'occupazione tedesca contro le persone ha assunto varie forme: schiavitù, lavoro forzato, rapina, mutilazioni, stupri e omicidi di bambini, uomini e donne – cittadini della Repubblica di Polonia”, afferma la risoluzione.

Il documento sottolinea che la Repubblica di Polonia non ha mai ricevuto un risarcimento per danni personali e materiali causati dallo Stato tedesco, e non ha mai ricevuto un risarcimento per gli ingenti danni causati ai cittadini polacchi.

Inoltre, il Sejm del La Repubblica di Polonia in questa risoluzione afferma che “la Polonia non ha ancora ricevuto un'adeguata compensazione finanziaria e compensazione per le perdite materiali e immateriali subite dallo stato polacco durante la seconda guerra mondiale a seguito dell'aggressione dell'Unione delle Repubbliche socialiste sovietiche”. Come notato, “queste perdite richiedono l'identificazione e la presentazione della necessaria valutazione, che sarà la base per adottare misure adeguate contro la Federazione Russa”.

Il ministro degli Esteri polacco Zbigniew Rau, dopo l'adozione della presente risoluzione, ha annunciato che all'inizio del prossimo mese sarà inviata una nota corrispondente al governo tedesco attraverso i canali diplomatici.

Ricordiamo che il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha affermato in precedenza che Varsavia avrebbe seguito le sue richieste di risarcimento alla Germania per i nazisti crimini durante la seconda guerra mondiale, perché questo richiede “le anime degli antenati morti”.

Argomenti correlati:

Pubblicità

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply