La Russia non riconosce i propri passaporti rilasciati nelle quasi-repubbliche: l'intelligence ucraina

La Russia non riconosce i propri passaporti rilasciati in quasi-repubbliche, – intelligence ucraina

La Russia non riconosce i propri passaporti rilasciati nei territori delle quasi-repubbliche “l/dnr “. I loro proprietari non possono attraversare il confine.

Dopo l'offensiva dei difensori ucraini, l'umore dei residenti filo-russi dell'Ordine è cambiato radicalmente. Lo ha riferito la direzione principale dell'intelligence del ministero della Difesa ucraino.

La Russia non riconosce i propri passaporti

C'è insoddisfazione per il corso della cosiddetta “operazione speciale” e delle azioni del governo russo. Prevale l'opinione che la Russia stia rinunciando agli interessi delle quasi-repubbliche.

Questi sentimenti si sono ulteriormente intensificati dopo che è diventato chiaro che i passaporti russi rilasciati sul territorio dell'ordine non avevano valore legale sul territorio della Russia. Per lo meno, a coloro che hanno cercato di lasciare la “l/dnr” con un passaporto del genere viene spiegato al confine russo che “non sei nessuno e il tuo nome non è niente”.

< p>Anche tra il personale della 14a Brigata Special Purpose Separata (unità militare 74854) delle Forze armate russe, si sta diffondendo l'informazione che una delle fasi della cosiddetta “operazione militare speciale” dovrebbe essere completata entro il 1° dicembre di quest'anno .

Successivamente, è previsto il ritiro di unità regolari delle forze armate russe da parte dei territori occupati dell'Ucraina. Sembra che questi territori verranno trasferiti sotto il controllo dei cosiddetti “battaglioni di volontari”. Probabilmente, come 1 (Donetsk) e 2 (Luhansk) corpi d'armata, – ha rilevato l'intelligence.

Ricordiamo che la passaporto forzata nei territori occupati è iniziata nel 2014. Quindi, per legge federale, tutti i cittadini ucraini e gli apolidi che risiedono permanentemente in Crimea sono stati dichiarati cittadini della Russia.

E nell'aprile 2019 Vladimir Putin ha emesso un decreto su una procedura semplificata per la concessione della cittadinanza russa ai titolari dei “passaporti” delle quasi-repubbliche del “DPR” e della “LNR”. Nel luglio di quest'anno, questa procedura è stata estesa a tutti i residenti delle regioni di Donetsk e Lugansk e nel 2022 a tutti i territori appena recuperati.

Le autorità ucraine raccomandano che la popolazione civile lasci i territori occupati. Va ricordato che l'occupazione è temporanea e l'esercito ucraino libererà il territorio occupato dal nemico.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply