La guerra sarebbe finita in 11 minuti – Sheitelman ha suggerito dove è possibile un attacco nucleare

La guerra sarebbe finita in 11 minuti, – Sheitelman ha suggerito dove è possibile un attacco nucleare

Il capo del Cremlino, Vladimir Putin, è pronto a usare armi nucleari, ma questo non significa che sarà in grado di farlo. Allo stesso tempo, se l'Occidente non risponderà a un possibile attacco nucleare contro l'Ucraina, la Russia vincerà la guerra.

Mosca si aspetta che Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia avranno paura di le azioni del Cremlino a causa di una possibile guerra nucleare a tutto campo. Lo stratega politico Mikhail Sheitelman ne ha parlato a Canale 24.

“Dilemma nucleare”

L'esperto ha osservato che oggi non è così importante dove Putin può sganciare la bomba atomica.

Ovunque colpisca, l'intera guerra finirà in circa 11 minuti. Colpirà da qualche parte in Ucraina. Dove esattamente è sconosciuto. Dopodiché, gli americani o gli inglesi colpiranno, come promesso, contro la Russia. In quel momento verranno lanciate le forze strategiche e tutto andrà avanti, tutta la guerra è iniziata… Putin non saprà nemmeno come andrà a finire”, ha spiegato il consulente politico. /strong> , dal momento che il capo della Il Cremlino crede che se colpisce il nostro paese, allora L'Occidente, presumibilmente, non risponderà a questo .

“Conta su questo: che l'Occidente avrà paura di colpire la Russia in risposta. Dicono, perché gli americani soffriranno per il bene dell'Ucraina? Capisce che se colpisce l'America anche con un piccolo missile, allora la risposta sarà immediatamente dovuto a un attacco nucleare a tutto campo”, – ritiene Sheitelman.

Secondo lui, in una situazione del genere, il potenziale nucleare di americani, britannici e francesi “volarà via verso Russia”.

“Pertanto, si aspetta che “come sempre” non rispondano. Questa è l'idea. E se la Russia colpisce e l'Occidente non risponde, tutto va bene per il Cremlino. Lui vincerà la guerra. E se l'Occidente risponde, la Russia cesserà di esistere. Se il razzo è di bassa potenza, non li toccherà… Questa è una storia completamente realistica”, ha giustificato il browser.

Il Cremlino deciderà?

Sheitelman è convinto che Putin sia pronto a decidere su un attacco nucleare, data la sua “logica del comportamento”.< /p>

“Questo non significa che possa prendere una decisione del genere. Non significa nemmeno che lo sciopero stesso possa essere sferrato, perché il missile deve essere ancora “avvitato”, “reagito”, non deve essere abbattuto dal missile americano sistema di difesa e persino volare da qualche parte”. . Tutte le testate russe sono registrate in America, quindi gli Stati Uniti combatteranno questo”, ha detto l'esperto.

Ha aggiunto che l'Ucraina potrebbe porre fine a questa guerra in pochi mesi se “eliminasse” i russi da tutti i territori occupati.

Ma il percorso non ha voluto, perché “invierà, invierà e invierà” soldati. E ci verranno inviate ancora più armi , con il quale uccideremo ancora più russi. Ora è già chiaro che abbiamo già finito quelli pronti per il combattimento. Ora saranno persone meno pronte al combattimento – sono più facili da uccidere e questo è un bene, – ha osservato l'osservatore.

Secondo lui, se oggi le perdite delle parti sono stimate da 1 a 5 in favore dell'Ucraina, poi dopo la mobilitazione in Russia il rapporto diventerà 1 a 10.

“Tuttavia, la nostra gente sta morendo. Pertanto, questa mobilitazione è un vantaggio per qualche mese in più. L'unica cosa che resta da sperare è che ci possano essere persone in Russia che non ne hanno bisogno. Potrebbe essere. Io speriamo che le strade abbiano portato alla loro morte, che questa sia l'agonia del regime russo. Vedremo ora come avverrà la mobilitazione”, ha riassunto Sheitelman.

Il Cremlino minaccia “nucleare”: ultimo news

  • Il giorno prima, i propagandisti russi Zakharov e Skabeev hanno iniziato ad essere isterici riguardo alle “linee rosse” e agli “attacchi a Berlino”. Secondo il pubblicista russo Andrey Piontkovsky, si tratta di “ultimatum” di donne “stupide”.
  • Allo stesso tempo, il 17 settembre il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha messo in guardia Vladimir Putin sulle gravi conseguenze dell'uso del nucleare e armi chimiche.
  • Successivamente, il 21 settembre, il presidente russo Vladimir Putin ha comunque minacciato il mondo con armi nucleari. Il dittatore ha sottolineato che la Russia sta usando tutti i mezzi disponibili per “proteggersi”.
  • Lo stratega politico Mikhail Sheitelman ha suggerito che le strade potrebbero dichiarare guerra nucleare già la prossima settimana, e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden dovrebbe fare una “decisione difficile”.
  • Inoltre, papa Francesco ha risposto al ricatto nucleare di Putin definendo “follia” le parole del capo del Cremlino.

p>

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply