Putin ha un grosso problema con gli alleati, è stato portato in un vicolo cieco – analista

Putin ha un grosso problema con i suoi alleati, è finito in un vicolo cieco, – analista< /p>

Oggi la Russia non ha quasi più alleati. Lo stato aggressore ha dovuto persino rivolgersi ai paesi dell'Asia centrale per chiedere aiuto.

L'unico aiuto che sono riusciti a ottenere sono stati i droni iraniani. Anche la cooperazione militare con la Cina è improbabile. Lo ha detto l'esperto di politica ed economia Valery Klochok al canale 24.

Perché Patrushev è andato a Pechino

Di recente, Patrushev, segretario del Consiglio russo per la sicurezza e la difesa, si è recato a Pechino. Ci sono preoccupazioni per possibili accordi.

Va ricordato che alla vigilia di un'invasione su vasta scala, Putin e Xi Jinping hanno firmato un accordo per aumentare il commercio, la fornitura di gas, petrolio, ecc.

Sullo sfondo della guerra in Ucraina, la Cina ha una posizione molto chic. Compra gas e petrolio a buon mercato, rivende il gas liquefatto in Europa”, ha affermato Klochok.

Molto probabilmente, il comportamento di Patrushev è un gioco per il pubblico. “La Cina non può non fare i conti con la politica sanzionatoria che gli Stati Uniti le applicheranno nel caso in cui si scoprisse la probabilità di un'assistenza militare russa”, osserva l'esperto.

“Per loro, il mercato europeo è molto potente. Ora la Cina non ha tutto molto bene, la crescita economica sullo sfondo della guerra in Ucraina è diminuita in molti paesi del mondo, inclusa la Cina. I mercati di vendita sono molto importanti per questo. Il Partito Comunista Cinese ha bisogno di sfamare un miliardo di persone”, ha detto Klochok.

Pertanto, la cooperazione economica con l'Europa e la Russia è importante per la Cina. “Ma l'esercito è improbabile”, ha sottolineato Klochok.

Putin è stato umiliato a Samarcanda

Nonostante il fatto che Putin abbia abbracciato e parlato con tutti i presidenti al vertice della SCO, è stato umiliato là. Innanzitutto, nota Klochok, non era nei primi ruoli lì, invece era su un piano di parità. “Questo è già un grosso svantaggio per lui”, ha detto.

Secondo informazioni privilegiate, i presidenti cinese e turco hanno invitato Putin a porre fine alla guerra. Si noti che Putin ha reagito in modo piuttosto aggressivo a tali proposte. Allo stesso tempo, il dittatore del Cremlino ha annunciato di volere una rapida fine della guerra e ancora una volta ha ricordato i negoziati.

Il dittatore del Cremlino non ha scelta

L'esperto politico suggerisce che Putin potrebbe considerare di porre fine alla fase attiva delle ostilità. “È importante per lui ora leccarsi le ferite, mobilitarsi, riorganizzarsi e radunare il suo esercito. Secondo le regole di guerra, sarà costretto a farlo. Le circostanze gli impongono delle condizioni”, ha riassunto.

A Uzhgorod, ignoti hanno dato fuoco all'auto del giornalista: sul caso indaga la polizia

A Uzhgorod sono state bruciate due auto parcheggiate nelle vicinanze, Subaru Forester e in parte Volkswagen Beetle, di proprietà di Read more

L'ucraina Ksenia Bailo è diventata campionessa mondiale di tuffi tra i junior

L'atleta ucraina di 16 anni Ksenia Bailo ha vinto la medaglia d'oro al Campionato mondiale di tuffi tra juniores, che Read more

Leave a Reply